1972: parte l’avventura di SuperGulp! Fumetti in TV, ispirato da Carosello. “E l’ultimo chiude la porta!” rimane fissato nella memoria

Supergulp

Ebbene sì, maledetto Carter! Hai vinto anche stavolta!
La frase pronunciata dall’acerrimo nemico dell’investigatore privato newyorkese (col berretto di Sherlock Holmes, l’impermeabile di Humphrey Bogart e un papillon rosso a pois) Nick Carter, il trasformista Stanislao Moulinsky (con la voce di Mauro Mattioli, imitando quella di Amedeo Nazzari), è fissata nella memoria di ogni 50enne…

Ibridazione

Nick Carter era il personaggio principale di una curiosa ibridazione (come si dice oggi) di fumetti e cartoni animati, Supergulp, che andò in onda in due periodi distanziati: la prima volta nel 1972 (il 14 settembre 1972 alle 21,15 con una presentazione di Cochi e Renato) e poi dal 1977 al 1981, sul Secondo Canale della RAI.

Bonvi, Bozzetto, Pratt, Silver e Bonelli

Ideato da Guido De Maria (1932) e Giancarlo Governi (1939), con musiche di Franco Godi (1940), Supergulp era costituito da immagini statiche e sequenziali – montate dalla casa di produzione Cartoncine di Modena, di Giovanni Parenti e Renato Berselli – dando l’impressione di leggere un fumetto (con tanto di nuvolette con le battute dei personaggi lette da doppiatori).
Supergulp aveva collaborazioni di pregio, quali Bonvi (1941-1995), Bruno Bozzetto (1938), Hugo Pratt (1927-1995), Silver (1952) e Sergio Bonelli (1932-2011), integrati dal 1977 coi supereroi della Marvel Comics.

supergulp

Nick Carter & C.

Nella prima serie (quella del ’72) la sequenza era costituita dalle avventure del detctive Nick Carter (con gli aiutanti Patsy, gigante buono ma tonto e Ten, giapponese famoso per l’incipit: “dice il saggio”) di Bonvi e De Maria ed il Signor Rossi di Bruno Bozzetto, che oscuravano gli altri personaggi (Le ciccione volanti di Walter Faccini; La secchia rapita di Pino Zac; L’incontro de li sovrani di Paolo Di Girolamo; La famiglia Spaccabue di Jacovitti).

Tintin, Alan Ford, Sturmtruppen…

Nella seconda (dal 1977), oltre a Nick Carter (diventato presentatore), vi erano: Tintin, Alan Ford, Sturmtruppen, Corto Maltese, i Fantastici Quattro, L’uomo ragno, Jak Mandolino, Jonny Logan.

Condividi: