1963. Arriva il Philips K7: registratore pratico e portatile, lancia la moda delle registrazioni in casa. In Italia serve per la Hit Parade

Philips K7

La moltitudine di ricordi riferiti al Philips K7 o EL3302 è legata alle innumerevoli registrazioni casalinghe tra parenti ed amici.

Canzoni alla radio

Il pratico microfono esterno del Philips K7 consentiva inoltre di registrare dalla radio le canzoni preferite.

La Hit Parade

In particolare, durante la Hit Parade di Lelio Luttazzi (1923-2010). Quando i migliori successi del momento erano condensati in un’unica trasmissione.

Philips K7 c

Qualità scadente

Certo, la qualità dell’audio inciso in quel modo non poteva definirsi eccellente; ma all’epoca ci si accontentava con poco. E, comunque, il Philips K7 consentiva di andare in ogni dove accompagnati dalle proprie scelte musicali.

Le audiocassette

Nel 1963, dopo la geniale invenzione delle musicassette K7 da parte dell’ingegnere olandese Lou Ottens (1926-2021), avvenuta l’anno prima,  la Philips pensò bene di affiancargli un supporto adeguato: il registratore EL3300.

  • 70-80.it app

Presentato a Berlino

Il registratore a cassette compatto Philips EL3300, inizialmente definito magnetophone , fu presentato con successo per la prima volta al Salone di Berlino, seguito negli anni successivi dal modello EL3301.

Philips K7 a

Il Philips K7

Il Philips EL3302, ribattezzato K7 dal nome dell’omonimo standard, versione aggiornata e migliorata dei modelli precedenti, arrivò nel 1967, destinato a vendere milioni di pezzi in tutto il mondo.

Piccolo e pratico

Il registratore, misurava 20 cm × 11,5 cm × 5,5 cm. Era inoltre dotato di un unico tasto che non andava premuto, ma spostato in avanti per la riproduzione dell’audio o lateralmente per mandare avanti o riavvolgere l’audiocassetta

Philips K7 b

Il tasto rosso

Il tasto rosso laterale andava invece premuto al momento della registrazione. Altra soluzione pratica: la cassetta poteva essere messa in pausa, grazie ad un apposito pulsante collocato sul microfono esterno.

Due volumi

Il Philips K7 aveva anche due volumi, collocati lateralmente: l’uno regolava il tono della riproduzione, l’altro della registrazione. Vi si poteva collegare anche una piccola cassa acustica esterna. Ideale per le feste con gli amici.

  • Alexa: apri Musica 70 80!
    Pubblicità

Trasportato come un borsello

Il Philips K7  poteva essere trasportato come un borsello, grazie alla custodia in similpelle a tracolla. Oltre al cavo d’alimentazione, montava 5 batterie torcia da 1,5 volt.

Philips K7 d

Saltacassetta

Una volta aperto l’apposito sportelletto, la cassetta sembrava voler saltare fuori da sola, per questo motivo in alcune pubblicità il registratore fu definito saltacassetta. (E.M. per 70-80.it)

  • MCL Avvocati Associati
    Pubblicità

  • Ascolta 70 80 Hits HQ!