26 agosto 1972. Popcorn il motivetto strumentale suonato con il moog, entra nella Top 10 italiana e viene imitato fino ai giorni nostri

Popcorn

Quelli che nei primi anni ’70 frequentavano i locali da ballo e le feste casalinghe, ricorderanno di sicuro il brano strumentale Popcorn, successo da Hit Parade tra il 1972 e il 1973.

La Strana Società

Pubblicato nello stesso periodo anche dal gruppo musicale statunitense Hot Butter, Popcorn ebbe in Italia un grande successo nella versione de La Strana Società, formazione vocale e strumentale torinese fondata nel 1971. Fra i numerosi componenti del gruppo, il batterista e compositore Valerio Liboni (1953) e per un breve periodo un ancora sconosciuto Umberto Tozzi (1952).

  • 70-80.it

Gershon Kingsley

Popcorn fu scritto nel 1969 dal compositore statunitense di origini tedesche Gershon Kingsley (1922-2019), considerato un pioniere della musica elettronica.
Si racconta che l’idea del brano gli venne ascoltando il suono di una macchina per popcorn, Dopo aver suonato la traccia in studio con il solo ausilio del sintetizzatore moog, la pubblicò nell’album Music to Moog By uscito negli Usa lo stesso anno, in Europa nel 1970.

Popcorn1

Il Moog

Lo strumento con cui Popcorn è suonato si chiama moog, sintetizzatore a tastiera progettato e costruito dall’ingegnere statunitense Roger Arthur Moog (1934-2005) da cui prese il nome.
Fu utilizzato fra i tanti, dai Beatles nell’album Abbey Road, da trio Emerson, Lake& Palmer e dal papà della disco music l’italo-tedesco Giorgio Moroder (1940). Negli anni il moog è stato aggiornato più volte fino ad arrivare ai giorni nostri.

  • MCL Avvocati Associati

La Hit Parade italiana

Popcorn nella versione de La Strana Società, restò nelle prime posizioni della Hit Parade italiana dall’agosto 1972 fino al dicembre dello stesso anno.

Versioni diverse

Di Popcorn esistono centinaia di versioni diverse nei generi più disparati, la suonò anche il compositore francese Jean- Michelle Jarre (1948) nel 1977. Nel 2015 è stata pubblicata una cover del dj Gigi D’Agostino. La base strumentale fu usata anche per i videogiochi. (E.M. per 70-80.it)

 

 

 

 

Condividi: