1969. Tre allegri naviganti approdano in Italia. Il bimbo Beany e il serpente di mare Cecil ci conducono nel loro strano e surreale mondo

Tre Allegri

Davvero simpatica e strampalata la ciurma che dal 3 giugno 1969 iniziò ad allietare il giovane pubblico di Oggi cartoni animati, in onda alle 13 sul Programma Nazionale (poi Rai 1). Esordiva così il cartone Tre allegri naviganti (Beany and Cecil).

I Tre allegri naviganti

Ma chi erano i Tre allegri naviganti? La ciurma era composta da Cecil, un serpente di mare verde un po’ ingenuo, di cui non si vedeva mai la coda; Beany, un bimbo con un cappellino ad elica e il bonario Horatio Huffenpuff, capitano della goletta Leakin’Lena.

Tre Allegri 2

Dishonest John

Con loro, piazzato sulla coffa della nave, c’era il corvo Crowy. Mentre al cattivo e maldestro Dishonest John baffuto e vestito di nero, spettava il compito di mettere i bastoni tra le ruote ai tre, con i suoi ripetuti tentativi di comprometterne le missioni, senza riuscirci.

Bob Clampett

L’idea dei Tre allegri naviganti venne al produttore e creatore di marionette americano Bob Clampett (1913-1984).

  • 70-80.it app

Il mondo perduto

Si racconta che, suggestionato dalle immagini del film Il mondo perduto (The lost world, 1925) diretto da Harry O. Hoyt (1885-1961),  Bob Clampett inventò il personaggio del serpente di mare Cecil.

 Arthur Conan Doyle

La pellicola, trasposizione cinematografica dell’omonimo romanzo di Arthur Conan Doyle (1859-1930), lo stesso di Sherlock Holmes, mostrò per la prima volta, con degli effetti speciali innovativi per il periodo, il mondo dei dinosauri. Divenendo capostipite del filone preistorico.

Tre Allegri 3

Time for Beany

I Tre allegri naviganti esordirono per la prima volta in tv nel 1949 sotto forma di marionette nello show Time for Beany, mentre la serie animata vera e propria, ribattezzata Beany and Cecil Show, composta da 26 puntate, fu trasmessa dal 1962 sulla Abc.

  • Alexa: apri Musica 70 80!
    Pubblicità

Per bambini ma non troppo

Sebbene fosse uno spettacolo per bambini, Beany and Cecyl entrò nelle grazie del pubblico adulto, per i riferimenti anche politici alla realtà quotidiana. La trama era spesso surreale e senza senso.

Tre Allegri 1

Il merchandising

Oggetti come il cappellino a elica di Beany (il Beanycopter) che gli permetteva di volare, favorirono la messa in commercio di numerosi prodotti ispirati alla serie.

La trama

Nella maggior parte degli episodi i Tre allegri naviganti, percorrono gli oceani compiendo una missione. L’incolumità di Beany viene messa a rischio da Dishonest John, ma viene salvato da Cecil, il serpente acquatico dai grandi occhi con altrettanto grandi ciglia.

  • Ascolta 70 80 Hits HQ!

Capitano poco coraggioso

Mentre Capitan Huffenpuff, zio di Beany, tutt’altro che coraggioso, preferisce scappare sotto coperta o nascondersi sotto la Capt. Huffenpuff’s Hiding Box.

Tre Allegri 4

L’edizione italiana

Nel primo adattamento italiano di Tre allegri naviganti, in seguito ridoppiato, Cecil era Brogio, mentre Dishonest John fu tradotto in Rocco il disonesto. In una nuova edizione i nomi rimasero invariati rispetto all’edizione americana, tranne il nome del cattivo tradotto in John Disonesto.

  • MCL Avvocati Associati
    Pubblicità

Nuova edizione

Nel 1988 di Beany and Cecil fu realizzata una nuova edizione di soli 8 episodi. (E.M. per 70-80.it)

  • 70 80 action Google Home
    Pubblicità