1965. Quando l’editore decise di sospendere la pubblicazione del fumetto Sadik temendo la censura. Nonostante il primo numero fosse andato a ruba

Sadik

Destino vuole che i prodotti di qualità subiscano innumerevoli tentativi d’imitazione. Negli anni ’60 la stessa sorte toccò a Diabolik, che fece da apripista a diverse pubblicazioni: i cosiddetti neri minori. Fra i quali  Sadik risultò uno dei fumetti meglio riusciti.

Nino Cannata

Sadik nacque da un’idea del giornalista e sceneggiatore di fumetti Nino Cannata (1929-2016), ispirato dal successo di Diabolik edito dalle sorelle Angela (1922-1987) e Luciana (1928-2001) Giussani.

  • 70 80 action Google Home
    Pubblicità

I disegnatori

Dei disegni si occuparono in particolare Gianni Agnello (1933-2004), Camillo Zuffi (1912-2002), Ennio Missaglia (1930-1993) e Clario Onesti (1921-1997).

  • la restaura persiane
    Pubblicità

Ugo Del Buono Editore

Pubblicato il 10 marzo 1965 da Ugo Dal Buono Editore, il primo numero di Sadik intitolato Il castello del terrore andò subito esaurito con ben centomila copie vendute.

  • 70-80.it app

La censura

All’epoca fumetti del genere, come Satanik o Kriminal, nonostante l’indubbio successo, rischiavano la censura a causa dei contenuti ritenuti (quantomeno) diseducativi. Per questo motivo dopo appena due numeri, l’editore decise di sospenderne la distribuzione.

Sadik 2

La Edizioni Antares

In soccorso di Sadik  la Edizioni Antares  riprese le pubblicazioni fino al gennaio 1966 per un totale di 12 numeri, dando vita a quella che viene ricordata dai collezionisti come serie gialla per il colore delle costoline. Seguita dalla rossa, composta da soli 5 albi.

Serie diamante

Dal marzo 1966 al dicembre 1967 per un totale di 45 uscite,  arrivò la serie diamante questa volta sotto le Edizioni Alhambra di Renato Bianconi (1928-1993).

  • Alexa: apri Musica 70 80!
    Pubblicità

Cadenza irregolare

Per evitare la censura, infatti, i primi numeri di Sadik ebbero una cadenza d’uscita abbastanza irregolare, che oscillava fra il mensile e il quattordicinale, quest’ultima fu adottata dalla terza serie. Avvenne inoltre il sequestro dell’albo numero 17 del novembre 1966 Doppio gioco e la mancata uscita del numero 46  La grande sfida previsto in un primo momento

Sadik 3

Il personaggio

Distintosi per la qualità dei disegni e delle storie dai risvolti osé, Sadik era cinico e spietato

Il costume

Il costume, che lo accomunava assieme alla k nel nome agli altri personaggi dello stesso genere, grazie a un processo chimico diveniva temporaneamente a prova di proiettile.

  • Ascolta 70 80 Hits HQ!

Loona

A fianco a lui l’affascinante e crudele Loona, mentre il poliziotto Eddy Castle, ispirato all’attore Eddie Costantine (1917-1993), era il suo acerrimo nemico.

  • Duilio Parietti
    Pubblicità

La metamorfosi

Proprio per rendere le storie meno cruente ed evitare quindi problemi di carattere legale, l’editore Renato Bianconi decise di modificare le caratteristiche di Sadik, divenuto cacciatore di criminali. Il cambio di rotta non piacque ai lettori che abbandonarono il fumetto, determinando la fine delle pubblicazioni.

  • MCL Avvocati Associati
    Pubblicità

Il numero 46

Oltre alle ristampe uscite negli anni ’70 e ’80, nel 2008 fu la volta  di tre versioni del numero 46 di Sadik. La prima chiamata 46 serie diamante 2008; un’altra stampata in 555 copie numerate in occasione della Comiconvention di Milano; la terza di sole 53 copie con ciascuna una tavola originale. (E.M per 70-80.it)

  • Alexa: apri Musica 70 80!
    Pubblicità