1971. Gli italiani scoprono che si può essere allo stesso tempo ladri e gentiluomini con Arsenio Lupin

Arsenio Lupin

Il successo in Italia delle 26 puntate da 55 minuti di Arsenio Lupin – tratto da un romanzo di Maurice Leblanc (1864-1941) che si era ispirato ad un ladro gentiluomo veramente esistito – trasmesse dal 1971 al 1974 (oltre alle numerose repliche degli anni successivi), fu travolgente.
La serie, co-prodotta da Francia, Germania, Belgio, Paesi Bassi, Italia, Svizzera, Austria e Canada, era tratta (anche se non ne ripercorreva rigidamente le trame) dai romanzi scritti dal 1905 da Maurice Leblanc e godeva del traino di magnifiche sigle composte da Jean-Pierre Bourtayre.

Georges Descrières meglio di Belmondo e Rochefort

Il ruolo del ladro gentiluomo per antonomasia fu affidato al francese Georges Descrières (1930-2013), che venne preferito (forse per via della sua innata eleganza che gli aveva consentito di vincere il premio di uomo più elegante nel 1968) addirittura a Jean-Paul Belmondo, Jean Rochefort e Jean Piat.

arsenio lupin

I travestimenti

Con il fido autista/assistente Grognard (interpretato da Yvon Bouchard, 1936), l’audace Lupin, attraverso astuti travestimenti di cui è un mago, ruba per sé, ma, novello Robin Hood, anche per i più bisognosi e sempre e solo ai più facoltosi e rigorsamente bandendo la violenza

Seduttore e di grande cultura

Amante delle donne (è un grande seduttore), del gioco, del lusso e chiaramente del denaro, il furbissimo ed ironico Lupin è dotato, oltre che di una grande cultura (di cui fa sempre sfoggio), di un notevole senso dello humor e, nonostante la caratteristica flemma, è uno sportivo abile in particolare nelle arti marziali

L’ispettore Garimard e Herlock Sholmes

I suoi avversari sono l’ispettore Garimard della polizia francese e il detective inglese Herlock Sholmes, personaggio chiaramente ispirato a Sherlock Holmes.

  • Qui Radio Libera

Il vero Lupin

Sembra che Leblanc si fosse ispirato, nell’ideare il personaggio di Arsenio Lupin, alla vita dell’anarchico francese Alexandre Marius Jacob (1879-1954), ladro geniale, famoso anche per la sua lettera di commiato: “Ho vissuto un’esperienza piena di avventure e sventure, mi considero soddisfatto del mio destino. Dunque, voglio andarmene senza disperazione con il sorriso sulle labbra e la pace nel cuore. Ho vissuto. Adesso posso morire. P.S. Vi lascio qui due litri di vino rosato. Brindate alla vostra salute”.

Il manga Lupin III

Il mangaka (fumettista giapponese) Monkey Punch si è liberamente orientato verso la figura del ladro gentiluomo di Leblanc per creare il personaggio di Arsenio Lupin III, nipote ed emulo moderno di Arsenio, divenuto celebre protagonista di manga, serie a cartoni animati e lungometraggi animati. Nelle serie animate Arsenio Lupin I è quasi uguale alla versione di Leblanc, eccetto per la faccia molto simile a suo nipote Lupin III.

 

Condividi: