1978. Rasputin dei Boney M, entra nella classifica italiana e desta scandalo in Russia. Dove viene censurato

Boney M

Sulla scia del ritrovato successo del singolo cantato dai Boney M, dovuto alla Rasputin Dance Challenge che tanto clamore ha avuto sui social, siamo andati a riscoprire le sue origini.
Il brano, pubblicato il 28 agosto del 1978, entrò nei primi dieci posti della Hit Parade italiana, alla fine dello stesso anno.

Boney M

Il produttore dei Boney M (che era esso stesso i Boney M)

I Boney M erano una creatura del produttore tedesco Frank Farian (Franz Reuther, 1941) che sognava una carriera da cantante. Nel 1975 pubblicò il primo parziale insuccesso: Baby Do You Wanna Bump inciso con il nome di Boney M, ispirato da una serie tv australiana.

Boney M 2

Artisti caraibici

Il produttore, restio a comparire in scena e seguendo il flusso della discomusic, decise di formare un quartetto composto da artisti di origine caraibica: Bobby Farrell (1949-2010), Liz Mitchell (1952), Marcia Barrett (1948) e Maizie Williams (1951).

  • 70-80.it podcast
    Pubblicità

Successi da hit parade

Da quel momento, nel 1976, i Boney M riescono a inanellare un successo dopo l’altro: Daddy Cool, Sunny, Ma Baker, No Woman, No Cry, Belfast, Rivers of Babylon, i più rappresentativi.

Boney M 3

Gruppo poco credibile

Di contro la critica li riteneva poco credibili. Accusa non del tutto infondata, se si considera che nella maggior parte dei dischi, la voce non è di Bobby Farrell, ma del produttore Frank Farian.

  • 70-80.it app

I viaggi in Russia

I Boney M raggiunsero una notorietà tale che le autorità d’oltre cortina considerandoli moderni, ma non ideologicamente pericolosi, li invitarono  ad esibirsi in URSS.

  • 70 80 action Google Home
    Pubblicità

Rasputin

Per ricambiare l’affetto del pubblico sovietico il gruppo pop incise Rasputin. Il testo è una biografia romanzata di Grigorij Rasputin (1869-1916) guaritore mistico, confidente dello zar Nicola II Romanov (1868-1918), che in  seguito morì avvelenato.

Boney M 1

Cori e balalaike

Nel brano compaiono applausi e una linea di basso molto marcata, con l’aggiunta di una balalaika a tre corde, oltre a cori e intermezzi parlati. Durante l’esecuzione dal vivo Bobby Farrell ballava, girava e saltava sul palco, a volte indossando una barba finta.

Pettegolezzo scottante

Il testo oltre a esaltare le doti amatoriali del monaco, cita un pettegolezzo dell’epoca secondo cui sarebbe divenuto l’amante della zarina Aleksandra Ferodovna Romanova (1872-1918).

  • Voci alla radio
    Pubblicità

La censura

Ciò costò ai Boney M la censura delle autorità sovietiche, che ne impedirono l’interpretazione durante il concerto del 1978, tenuto dal quartetto nella Piazza Rossa di Mosca. L’anno successivo, però, il quartetto sfidò le autorità comuniste e si esibì dal vivo in Polonia.

  • Ascolta 70 80 Hits HQ!

Fine carriera

Dopo 150 milioni di dischi venduti in tutto il mondo e primi posti in classifica, la carriera  artistica dei Boney M si concluse (in quanto a gruppo ufficiale) nel 1986.

  • La restaura persiane
    Pubblicità

La morte

La sera del 29 dicembre 2010 Bobby Farrell (che continuava ad esibire in autonomia il repertorio dei Boney M) dopo essersi esibito proprio San Pietroburgo, fu stroncato da un infarto. (EM per 70-80.it)

  • MCL Avvocati Associati
    Pubblicità

 


ascolta il tuo brano preferito!

Chiedi che il tuo brano preferito degli anni ’70 e ’80 sia inserito nella nostra programmazione inviando una email a info@planetmedia.it.