1978: Adriano Celentano lancia il guanto di sfida ai Bee Gees con Geppo il folle

Geppo il folle

Premettiamo: la colonna sonora del film di Adriano Celentano Geppo il Folle (1978) è maestosa, anche se non fu apprezzata appieno.
Forse perché la title track era troppo ispirata a Stayin’ alive dei Bee Gees, che aveva così caratterizzato il fenomeno de La Febbre del sabato sera dell’anno prima al punto da umiliare ogni tentativo – ancorché virtuoso – di avvicinamento.
Troppo potente la pressione del Travoltismo e dei fratelli Gibb in Italia per consentire alla pur stupenda Geppo di emergere oltre il livello nazionale, a dispetto delle splendide sonorità. Un po’ come era accaduto pochi mesi prima ad Ornella Vanoni, con uno dei più bei funky italiani di sempre: Ti voglio.

Che cosa ti farei

Tra i pezzi più pregiati del 33 giri di Celentano, sono da annotare, oltre alla citata Geppo (di ben 9’39”), i funky-disco Che cosa ti farei e Sei proprio tu, anche se una particolare menzione va anche a Happy to be Dancing with you ed in misura minore a Stay a Little Longer, limitate dall’inglese di Celentano.

Il film non regge la colonna (sonora)

Ma se l’LP Geppo il Folle costituisce una delle migliore performance disco del Molleggiato, altrettanto non si può dire del film, con una trama debole e non all’altezza.

La trama

Geppo è un cantante di successo, idolatrato in Italia e famoso anche in Europa, che vuole sfondare in America dove vive il suo idolo, Barbra Streisand, l’unica in tutto il mondo che lui considera alla sua altezza. Ma non sa l’inglese. Allora si rivolge ad un’avvenente insegnante di inglese, Gilda, che tiene alcune lezioni e, ogni volta che Geppo si presenta in classe, le studentesse cadono letteralmente ai suoi piedi. Solo Gilda sembra resistergli.

Il predicatore

Nel frattempo si attira le antipatie di tre giovani che tentano di ammazzarlo e, in un primo momento sembrerebbero farcela. In realtà sopravvive e inizia a “predicare”; tiene addirittura una specie di discorso su una montagna ma nessuno lo segue. Ma nel momento in cui inizia a cantare tutti vanno in delirio per lui.

Gilda e il successo

Conquista anche l’amore di Gilda, che in realtà ha sempre provato qualcosa per lui. Gilda però vuole che rimanga con lei e che non parta per l’America. Geppo invece partirà e, mentre i fotografi lo immortalano sulla scaletta dell’aereo in procinto di partire, lui afferra fra le sue braccia la hostess e la bacia, mostrando così di mettere il successo sopra ogni altra cosa.