1968: tutti incollati alla televisione per vedere le 7 puntate de La freccia nera con Loretta Goggi

La freccia nera

Tratto dall’omonimo romanzo di Robert Louis Stevenson (1850-1894) – pubblicato in diciassette puntate settimanali sulla rivista Young Folks (un periodico rivolto ai giovani) – lo sceneggiato La freccia nera è andato in onda sul Primo Canale Rai dal 22 dicembre 1968 al 2 febbraio 1969, per la regia di Anton Giulio Majano (1912-1994).

La Guerra delle Due Rose a…. Ricetto di Candelo

Il contesto storico dello sceneggiato in 7 puntate è la Guerra delle Due Rose, una sanguinosa lotta dinastica combattuta in Inghilterra tra il 1455 e il 1485 tra due diversi rami della casa regnante dei Plantageneti (i Lancaster e gli York).
Tale conflitto è così denominato dal XIX secolo, dopo che Walter Scott, nel 1829, aveva pubblicato il romanzo Anna di Geierstein, facendo riferimento agli stemmi dei due casati che recavano rispettivamente una rosa di colore rosso e una bianca.
La serie RAI aveva in realtà quale location delle riprese esterne la località Ricetto di Candelo (in provincia di Biella).

la freccia nera

La trama

Dick Shelton (Aldo Reggiani, 1946-2013), rimasto orfano giovanissimo del padre Harry, è profondamente devoto al proprio tutore Sir Daniel Brackley (Arnoldo Foà, 1916-2014), cavaliere di Tunstall, dal quale è stato allevato come un figlio.
Dick giunge dove vive l’anziano guerriero Nick Appleyard (Mario Ferrari, 1894-1974) per informarlo che deve assumere il comando delle truppe del castello.

La freccia nera

Il vecchio viene però trafitto mortalmente da una misteriosa freccia nera. Nessuno fra i presenti riesce a spiegare il significato di questa morte e, soprattutto, che cosa rappresenti la freccia nera.

Doppia Loretta

Ma per il prode Dick la vita ha in serbo una sorpresa: prima di darsi alla macchia scopre che il soldato John, da poco entrato nelle loro fila, altri non è che Joan (Loretta Goggi, 1950), sua promessa sposa. Oltre che per l’onore, ci sarà da combattere anche per l’amore…

la freccia nera

La madre dei teleromanzi

La freccia nera ha riscosso enorme successo tanto che è considerata la madre di tutti i teleromanzi italiani.

La colonna sonora

Memorabili le musiche dello sceneggiato sono state composte da Riz Ortolani, mentre la canzone La freccia nera è cantata da Leonardo su testo di Sandro Tuminelli, che ha anche interpretato la parte di uno dei banditi.

  • 70-80.it

Condividi: