Anni 70. Noi che sbavavamo fuori dai negozi di Hi-Fi per lo stereo da casa e coglievamo la differenza tra la cassetta al ferro e al cromo

hi-fi

Hi-Fi. Il culto della qualità sonora appartiene al passato? Pare proprio di sì.

Ci vuole orecchio

L’orecchio dei ragazzi di oggi sembra non percepire la differenza tra un brano musicale estremamente compresso o comunque di bassa qualità ed un suono HQ.

Le riviste

Eppure negli anni 70 e 80 il culto del suono era così marcato da aver generato una stampa specialistica. Come le riviste Hi-Fi, Suono, Stereoplay, ecc.

  • 70-80.it app

Alta fedeltà e tradimenti

Oggi a parlare di Alta Fedeltà si potrebbe essere equivocati, nella direzione della monogamia (peraltro pure in disuso).

Lo stereo

Negli anni ’70 e ’80, invece, Hi-Fi poteva significare solo una cosa: lo stereo, l’impianto casalingo (poi evolutosi sull’auto, con quello che oggi chiamiamo car-play).

  • MCL Avvocati Associati
    Pubblicità

Le marche

C’erano le marche mitiche: Sony, Marantz, Technics, Toshiba, Akai, Revox, Mitsubishi, Sanyo. Che avevano il sopravvento su marchi europei comunque quotati, come: Philips, Grundig, Telefunken.

hi-fi

Il piatto, la piastra, l’ampli e le casse

La minima componentistica era: giradischi (piatto), registrazione a cassette (piastra), amplificatore (ampli), altoparlanti (casse). Per i più abbienti c’erano il sintonizzatore FM, l‘equalizzatore, lo splittaggio tra preamplificatore e finale ed il registratore a bobine.

hi-fi

Le cassette

Orecchie evolute coglievano vividamente la differenza tra una registrazione al ferro, al cromo o al metallo e c’erano schiere di cultori di testine e puntine dei giradischi.

  • Alexa: apri Musica 70 80!
    Pubblicità

Vade retro compatto

Si lavavano i dischi col sapone e si guardava con ribrezzo ai compatti, combinazioni inscindibili di giradischi, radio, registratore, amplificatore e casse.

 

Sì alla complicazione

Che, a fronte di semplificazione d’uso e riduzione dei costi, riunivano componenti che per gli audiofili avrebbero dovuto rimanere distinti. Scegliendo il meglio per ciascuna casistica (per esempio: registratore Tandberg, amplificatore Marantz, giradischi Technics, ecc.).

hi-fi

HQ

Per questo motivo, per noi che il culto del suono ce l’abbiamo ancora, abbiamo creato 70-80 Hits HQ: la prima radio italiana di musica anni 70 e 80 ad alta fedeltà (320 kbps)!

hi-fi

 

  • Qui Radio Libere
    pubblicità