20 gennaio 1954: nasce la National Negro Network. Prima syndication di programmi radio rivolta ai neri degli USA. Boicottata, durerà un anno

National Negro Network

Il 20 gennaio 1954 prendevano il via le trasmissioni della National Negro Network, la prima rete radiofonica di proprietà di neri USA.

NNN: target 12 dei 15 milioni di neri USA

Fondata e presieduta dall’uomo di affari di colore William Leonard Evans Jr. (1914–2007) – con interessi nel mercato pubblicitario della cultura nera –  la National Negro Network, costituita da 45 emittenti radio, si proponeva di “raggiungere circa 12 dei 15 milioni di neri in America. ​

  • Quei favolosi anni 70 di Enzo Mauri
    Pubblicità

La programmazione

La syndication presentava un palinsesto basato su una varietà di programmi diversi, tra cui lspiccava la soap The Story of Ruby Valentine, basata su We Love and Learn e As the Twig is Bent della CBS, con Juanita Hall (1901-1968), Ruby Dee (1922-2014) e Terry Carter (1928).

Sponsor produttori di tabacco e di latte in polvere

Il programma era sponsorizzato, tra gli altri, dalla Philip Morris e da Pet Milk.

  • 70-80.it app

National Negro Network affondata dall’avvento dell’era televisiva

Pur apprezzata dal pubblico, la NNN fu stroncata dall’avvento dell’era televisiva e da un capitale economico insufficiente per la lunga fase di start-up. In un solo anno, infatti, la National Negro Network andò in default. Questo almeno ufficialmente.

  • Ascolta 70 80 Hits HQ!

Boycot delle agenzie pubblicitarie

Secondo Jason Chambers, professore di tecniche pubblicitarie alla University of Illinois, che sulle vicende della NNN ha scritto il testo Madison Avenue and the Color Line: African Americans in the Advertising Industry, Evans riteneva infatti che alla base del fallimento della sua iniziativa editoriale vi fosse il boicottaggio di agenzie pubblicitarie riluttanti a raccomandare la rete ai propri clienti.

  • MCL Avvocati Associati
    Pubblicità

Riluttanti ad esporsi

Le agenzie sono consapevoli della nostra esistenza e guardano da vicino la nostra crescita“, aveva dichiarato Evans all’indomani della chiusura della rete. “Tuttavia, sono ancora riluttanti ad esporsi proponendo ai clienti l’utilizzo della National Negro Network”.

  • 70 80 action Google Home
    Pubblicità


ascolta il tuo brano preferito!

Chiedi che il tuo brano preferito degli anni ’70 e ’80 sia inserito nella nostra programmazione inviando una email a info@planetmedia.it.