1984. Arriva in Italia V-Visitors. La serie sugli alieni rettiliani che vogliono cibarsi dei terrestri. Che affascina adolescenti ed adulti

Visitors

Con un anno di ritardo rispetto alla prima USA, nel mese di ottobre 1984 va in onda su Canale 5 V-Visitors serie di fantascienza creata da Kenneth Johnson (1942).

2 puntate

Costituita da due sole puntate, verrà integrata l’anno successivo da una seconda miniserie (V: The Final Battle) di 3 e nel 1986 da una serie televisiva di 19 episodi, Visitors. Infine, nel 2009 verrà prodotto un remake della serie, denominata semplicemente V.

  • 70 80 action Google Home
    Pubblicità

La colonna sonora

Famosa l’angosciante sigla iniziale di Visitors, scritta da Barry De Vorzon (1934), già autore della colonna sonora de I Guerrieri della Notte (The Warriors), del 1979.

Visitors: rettiliani sotto mentite spoglie

Come noto, la fiction Visitors è incentrata su una guerra fra la razza terrestre ed una rettile aliena.

L’arrivo dei visitatori

La fiction inizia con l’arrivo di un centinaio di dischi volanti  che si collocano sopra le principali città della terra.  Gli alieni prendono contatto con i terrestri e forniscono la spiegazione circa il loro arrivo. Provengono dal quarto pianeta della stella Sirio e sono venuti in pace, bisognosi di alcune risorse che sul loro pianeta di origine stanno esaurendosi.

Visitors

La verità

Non tutti però sono disposti ad accettare la storia raccontata dai Visitors al mondo intero. Fra questi, vi è il reporter Mike Donovan (impersonato da Marc Singer, 1948), il quale sale di nascosto a bordo dell’astronave madre e si ritrova di fronte ad una realtà agghiacciante e pericolosa. Gli alieni sono infatti dei rettili travestiti da umani, che si nutrono di animali ancora vivi (celebre la frase in cui mangiano topi che si dibattono).

Visitors

La perscuzione dei terrestri

Nel frattempo comincia una sistematica persecuzione degli scienziati del pianeta. Donovan è costretto a nascondersi, braccato dai Visitors, i quali hanno preso possesso anche di tutti i mezzi di comunicazione, controllando l’opinione pubblica che li considera ancora amici ed è inconsapevole della loro vera natura.

  • Ascolta 70 80 Hits HQ!

La Resistenza

I dubbi sulle vere intenzioni degli alieni cominciano a serpeggiare fra molti terrestri. Tanto che si costituisce un movimento di Resistenza, che può contare da subito su un discreto numero di persone qualificate. Donovan, sull’astronave madre dei Visitors, viene catturato da una diabolica aliena, Diana (Jane Badler, 1953), ma uno degli extraterrestri (contrario alla strategia del suo popolo) riesce a far fuggire il reporter.

  • 70-80.it app

La fazione aliena contraria

Mike viene così a conoscenza del fatto che esiste una fazione tra gli alieni contraria ai piani del loro capo supremo: sottrarre tutta l’acqua terrestre. Fra le risorse che mancano sul pianeta dei Visitors ne esiste peraltro una alla quale potrebbero sopperire gli abitanti stessi della Terra: il cibo.
La Resistenza ottiene la sua prima vittoria, ma subisce numerose perdite.

Visitors

La trama della seconda miniserie

Dopo quattro mesi dall’arrivo dei Visitors sulla Terra, gli uomini della Resistenza decidono di colpire durante una cerimonia nella quale gli alieni doneranno alla Terra un vaccino contro il cancro. In diretta televisiva, la dottoressa Parrish (Faye Grant, 1957) smaschera letteralmente (strappandogli la finta pelle umana) il capo della flotta extraterrestre, rivelandone la natura rettiliana (come detto, fuori dai membri della Resistenza, il popolo terrestre ancora non la conosce), ma è catturata e deportata.

  • 70-80.it app

L’ibrido

Intanto, una terrestre della resistenza mette al mondo il figlio avuto da un alieno della fazione non ostile ai terrestri, una bambina. Ma, al tempo stesso, l’umana dà alla luce un gemello, che perè è un neonano rettile. La bambina (Elizabeth) si sviluppa e cresce in modo quasi istantaneo, mentre l’alieno muore.

  • Voci alla radio
    Pubblicità

Il virus killer

Juliet effettua alcune analisi sui due neonati e viene a conoscenza di un batterio che potrebbe essere letale per gli alieni mentre è innocuo per i terrestri. Viene così messa a punto una polvere rossa tossica per gli extraterrestri.

Il finale aperto

Aiutati dal gruppo alieno Quinta Colonna, i membri della Resistenza penetrano nell’astronave madre, dove Diana ha intenzione di far detonare una bomba termonucleare. Elizabeth riesce a scongiurare il peggio, ma Diana fugge, lasciando aperta la possibilità di un ritorno degli alieni.

  • MCL Avvocati Associati
    Pubblicità