1985. Un giustiziere a New York, Robert McCall difende i deboli dai prepotenti. La serie tv anni dopo diventa un successo anche al cinema

Giustiziere

Quanti di noi almeno una volta nella vita hanno desiderato che un ignoto benefattore ci togliesse d’impaccio di fronte a un’ingiustizia subita? Su questa falsariga, si dipana il soggetto della serie tv americana Un giustiziere a New York (The Equalizer).

Gli esordi

Composta di 4 stagioni per 88 episodi, Un giustiziere a New York esordì sulla CBS nel 1985 e in Italia su Rai Due nel 1987 in seconda serata, per poi passare  nella fascia preserale delle 18.45. Negli anni 2000 è stata trasmessa da Canale 5 e La7.

Giustiziere 1

Non è Denzel Washington

Quando si parla di The Equalizer vengono in mente le due recenti pellicole con Denzel Washington (1954). Un giustiziere a New York vedeva invece come protagonista l’attore inglese Edward Woodward (1930-2009), nel ruolo dell’ex agente segreto statunitense Robert McCall, nome poi usato anche da Washington.

  • La restaura persiane
    Pubblicità

Agente pentito

Una volta lasciata The Company, l’agenzia spionistica per cui lavorava, Robert McCall, nelle vesti di detective privato, decide di espiare le colpe del passato, aiutando senza alcun compenso le persone in difficoltà.

Giustiziere 2

Chiama il Giustiziere

Le persone vittime di soprusi che hanno bisogno di lui, possono contattare Robert McCall grazie a un annuncio pubblicato sui giornali: “Se hai un problema, chiama il Giustiziere”.

  • Alexa: apri Musica 70 80!

La Jaguar

Il Giustiziere sembra non avere problemi economici: possiede un appartamento di lusso, veste abiti di classe e guida un’elegante Jaguar XJ6.

Giustiziere 3

Control

Robert McCall nei panni del Giustiziere osa sfidare bulli, polizotti e politici corrotti, teppisti, razzisti, assassini, rapitori. Nei casi più complicati si affida al suo vecchio capo, conosciuto come Control, l’attore Robert Lansing (1928-1994).

Mickey Kostmayer

Il Giustiziere si avvale anche della collaborazione di suoi ex colleghi, come Mickey Kostmayer (Keith Szarabajka, 1952)  e Jimmy (Mark Margolis, 1939).

  • 70-80.it podcast

Il figlio di McCall

In Un giustiziere a New York, compare in 12 episodi il figlio del protagonista Scott McCall (William Zabka, 1965). Affermato musicista, critica la condotta del padre; ma poi viene attratto dal suo mondo.

  • 70 80 action Google Home
    Pubblicità

…e la figlia

Robert McCall ha anche una figlia, Yvette Marcel (Melissa Sue Anderson, 1962), avuta dalla relazione con Manon Brevard, sua collega poi scomparsa. La ragazza, tuttavia, crede che il suo vero padre sia Phillip Marcel (Anthony Zerbe, 1936).

La colonna sonora

Le musiche di Un giustiziere a New York sono state composte da Stewart Copeland (1952). L’ex batterista dei Police compare in un episodio, nel ruolo di borseggiatore.

Le guest star

Un giustiziere a New York, vanta la partecipazione di molti nomi importanti fra cui Robert Mitchum (1917-1997), Laurence Fishburne (1961), Kevin Spacey, (1959), Telly Savalas (1922-1994) e in due episodi anche Tomas Milian (1933-2017) .

  • MCL Avvocati Associati
    Pubblicità

Queen Latifah

Sulla scia del successo televisivo e cinematografico, nel 2021 è stata realizzata una nuova serie tv  sempre con il titolo The Equalizer. Protagonista Queen Latifah (Dana Elaine Owens, 1970), nel ruolo di Robin McCall. (E.M per 70-80.it)

 

  • Ascolta 70-80.it!

 

 

 

 

 


Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_allowed_services
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_cookies_declined

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi

ascolta il tuo brano preferito!

Chiedi che il tuo brano preferito degli anni ’70 e ’80 sia inserito nella nostra programmazione inviando una email a info@planetmedia.it.