1979. Love Magic, trascinante pezzo di John Davis & (His) Monster Orchestra, direttamente dalla scuola della MFSB

John Davis

Love Magic è un trascinante pezzo disco del 1979 di John Davis & (His) Monster Orchestra, immancabile in ogni sessione disco anni ’70/80 ed oggetto di campionamento da parte di diversi artisti negli anni ’90 e 2000.

Ain’t That Enough For You

Formatosi nel 1976 su impulso di John Davis (1947),  membro della storica MFSB, acronimo di Mother Father Sister Brother e già apparso in molte registrazioni tra la fine degli anni ’60 e l’inizio dei ’70 della Philadelphia International, il gruppo (americano) assunse a grande notorietà nel 1978 con Ain’t That Enough For You.

John Davis

Love Magic

L’anno successivo l’apoteosi fu raggiunta appunto con Love Magic (rilevante anche Bourgie Bourgie, cover della canzone scritta da Ashford & Simpson). Il tramonto del gruppo arrivò tuttavia a pochi anni di distanza, nel 1981, con Hangin ‘Out.

  • 70-80.it app

La grande carriera di John Davis senza la Monster Orchestra

Non così però la carriera artistica di John Davis che, archiviata la pur promettente carriera come cantante, la proseguì con grande soddisfazione come arrangiatore. L’artista lavorò infatti con personaggi del calibro di Arthur Prysock (1927-1997), The Salsoul Orchestra, Silver Convention, Carol Douglas (1948), Charo, Donna Summer e molti altri.

John Davis

 

Le colonne sonore

Negli anni ’80 e ’90 Davis iniziò a collaborare come compositore per la televisione firmando le sigle e le musiche di Dynasty, The Colbys, MacGyver, TJ Hooker  e le serie Mission: Impossible e Beverly Hills 90210 (la nuova e la vecchia versione).

  • Alexa: apri Musica 70 80!
    Pubblicità

Oggi

Oggi John Davis (che ha un fratello gemello, Joe Davis) vive in Ohio con sua moglie, tre figlie e i nipoti.

  • Quei favolosi anni 70 di Enzo Mauri
    Pubblicità


ascolta il tuo brano preferito!

Chiedi che il tuo brano preferito degli anni ’70 e ’80 sia inserito nella nostra programmazione inviando una email a info@planetmedia.it.