1974. La Dune Buggy costruita sul Maggiolino della VW diventa un fenomeno di costume in Italia grazie al film di Bud Spencer e Terence Hill. Pugni e auto binomio vincente

dune buggy

La prima cosa che viene in mente quando pensiamo alla Dune Buggy è Altrimenti ci arrabbiamo, film del 1974 con Bud Spencer (1929-2016) e Terence Hill (1939). Il lungometraggio fu campione d’incassi della stagione ed è tuttora al 14esimo posto nella classifica dei film italiani più visti di sempre.

La Puma Dune Buggy

Protagonista della pellicola, assieme ai due noti attori ed al famoso brano degli Oliver Onions, è la Puma Dune Buggy. L’auto è una replica dell’americana Deserter, costruita dall’azienda romana Puma, specialista del settore negli anni 70.
Per il set furono realizzati due modelli, uno dei quali andò distrutto.

  • MCL Avvocati Associati
    Pubblicità

Un’auto per la sabbia

Il termine Dune Buggy identifica una particolare auto destinata all’utilizzo sulla sabbia, in spiaggia o nel deserto. Chiamati anche beach buggy, i primi modelli furono realizzati negli Stati Uniti tra la fine degli anni 50 e l’inizio degli anni 60.

  • Alexa: apri Musica 70 80!
    Pubblicità

Il cuore del Maggiolino Volkswagen

Nel 1958 l’americano Pete Beirning realizzò la prima Dune Buggy modificando la carrozzeria e il telaio di un Maggiolino Volkswagen. In seguito l’azienda Empi mise in commercio il modello Sportster sotto forma di kit d’assemblaggio.

  • 70 80 action Google Home
    Pubblicità

Manx

Fu il costruttore di barche Bruce Meyers (1926) a progettare le l’auto con le caratteristiche che le resero famose. Le Manx avevano il motore scoperto, gomme larghe, fari esterni, fiancate ad onda, niente sportelli (di recente una Manx è stata venduta negli Stati Uniti a 58mila dollari).

Dune Buggy1

L’arrivo in Italia

I primi kit d’assemblaggio della Dune Buggy arrivarono in Italia nel 1968 e furono messi in commercio dalla stessa Puma, cui si accodarono altre aziende italiane. Mario Zodiaco, aprì alla produzione in serie con l’azienda bolognese Autozodiaco fino al 1974.

La meccanica

La Squalo della Autozodiaco montava un 4 cilindri da 1.2 litri con 41 Cv di potenza, in grado di raggiungere i 140 km/h.

  • 70-80.it app

La Dune Buggy ai giorni nostri

Nel 2019 al salone di Ginevra, la Volkswagen ha presentato un nuovo modello di Dune Buggy ispirato in tutto e per tutto a quello classico, chiamato ID Buggy. (E.M. per 70-80.it)


ascolta il tuo brano preferito!

Chiedi che il tuo brano preferito degli anni ’70 e ’80 sia inserito nella nostra programmazione inviando una email a info@planetmedia.it.