1973. Cochi e Renato “fanno cantar tutta la gente” con la Canzone intelligente e le altre. Ma chi era lo sciocco in blu?

All’inizio degli anni 70 Cochi e Renato con il loro stile semplice e poetico e la collaborazione di Enzo Jannacci (1935-2013) inaugurano un tipo di canzoni fatto di satira, nonsense e motivi orecchiabili.

Lo sciocco in blu

Brani che portano la coppia al successo, grazie anche alla partecipazione a trasmissioni televisive come Il poeta e il contadino e Canzonissima. Nel 1973 tutti gli italiani cantano “lo sciocco in blu” e si chiedono chi sia…

Cochi e Renato con Enzo Jannacci

Gli esordi di Cochi e Renato

Renato Pozzetto (1940) e Aurelio (in arte Cochi) Ponzoni (1941) si erano conosciuti sui banchi di scuola, all’istituto tecnico per geometri Carlo Cattaneo di Milano. Ritrovatisi nel 1964, creano il l duo comico Cochi e Renato ed esordiscono insieme all’Osteria dell’Oca. 

  • 70-80.it app

Il Gruppo Motore

Si esibiscono in seguito al Cab 64 costituendo con Enzo Jannacci, Felice Andreasi (1928-2005), Bruno Lauzi (1937-2006) e Lino Toffolo (1934-2016) Il Gruppo Motore, per poi approdare come duo al Derby di Milano.

cochi e renato

Un tipo di comicità rivoluzionaria

La comicità di Cochi e Renato si esprime sin dall’inizio attraverso un umorismo decisamente nuovo per l’epoca, con idee stravaganti e anticonformiste rispetto al tipo di comicità classica di quegli anni. La caratterizzazione dei loro personaggi e le situazioni surreali si rivelano una vera e propria rivoluzione.

Le trasmissioni televisive

La popolarità di Cochi e Renato cresce velocemente e la coppia passa dal cabaret agli studi televisivi, partecipando prima, nel 1968, a Quelli della domenica, poi a Il buono e il cattivo (1972) e infine ai due programmi che li hanno consacrati imponendo la loro comicità surreale al grande pubblico: Il poeta e il contadino nel 1973 e Canzonissima nel 1974.

  • Alexa: apri Musica 70 80!
    Pubblicità

Le canzoni di Cochi e Renato

È durante queste trasmissioni che si esibiscono cantando le canzoni, scritte da loro assieme ad Enzo Jannacci, che diventeranno dei veri e propri tormentoni. Si tratta infatti sempre di un mix orecchiabile di satira e nonsense accompagnato da coreografie fatte di passi buffi e movenze stralunate.

Cochi e Renato

Il poeta e il contadino

Il poeta e il contadino – l’incontro che non doveva avvenire: questo era il titolo completo del varietà televisivo del sabato sera andato in onda sul Secondo programma Rai in sei puntate tra novembre e dicembre 1973. Esso vede il poeta Cochi e il contadino Renato ospitare soubrette e cantanti, ma soprattutto prodursi in irresistibili gag e canzoni.

  • MCL Avvocati Associati
    Pubblicità

L’album

Contemporaneamente al programma esce un album con lo stesso titolo che riunisce i brani cantati durante la trasmissione e alcuni inediti. A me mi piace il mare, La gallina, Come porti i capelli bella bionda sono solo alcuni degli indimenticabili pezzi contenuti nell’album, assieme alla celebre sigla, La canzone intelligente.

La Canzone intelligente

l brano è una pungente satira del business discografico imperante negli anni ’70: la “canzone intelligente”, lanciata dalla “casa discografica adiacente”, deve avere “un filo logico importante”: il cantante, “vestito come un deficiente”,” farà cantar…” .

  • Duilio Parietti
    Pubblicità

“…lo sciocco in blu”…

Tutti gli italiani hanno cantato questa strofa chiedendosi cosa volesse dire. L’origine è forse da ricercare nell’espressione “Scettico blu”, che si riferisce a persona che assume con ostentazione, per posa, atteggiamenti da uomo vissuto e disincantato.

  • la restaura persiane
    Pubblicità

Scettico blues

Si tratta a sua volta di un’alterazione del titolo della canzone Scettico Blues, risalente al 1919 e divenuto popolarmente e correntemente “scettico blu” o “scettico in blu” nell’interpretazione di cantanti del varietà degli anni 20. 

  • Qui Radio Libere
    pubblicità

…o lo “Shocking blue”?

Inoltre c’è un’assonanza con “Shocking blue”, il gruppo olandese celebre per la canzone Venus (1969). Saranno stati i “bei ragionamenti” contenuti nel testo di quest’ultima ad averli ispirati? 

  • la restaura persiane
    Pubblicità

Il balletto e gli omaggi celebri

Durante il ritornello Cochi e Renato eseguono un irresistibile balletto, che verrà ripreso da Fabio Fazio e Claudio Baglioni (1951) durante la trasmissione Anima mia del 1997. Nel loro tour del 1998 anche Elio e le Storie Tese hanno reso omaggio al brano e all’umorismo surreale di Cochi e Renato.

  • Ascolta 70 80 Hits HQ!

Canzonissima

La coppia è all’apice del successo quando nel 1974 partecipa all’edizione di Canzonissima, presentata quell’anno da Raffaella Carrà (1943-2021).

Un incredibile successo

La sigla finale E la vita, la vita è celebre anche per il video in cui i due artisti interpretano i personaggi cantati nelle varie strofe con effetti comici irresistibili. Dopo l’ultima puntata (6 gennaio 1975), il 45 giri sale al primo posto della hit-parade e ci rimarrà per tutto il mese di gennaio. Lascerà la vetta solo a febbraio, scalzato proprio dalla canzone vincitrice di Canzonissima, Un corpo e un’anima di Wess (1945-2009) e Dori Ghezzi (1946).

Cochi e Renato

La separazione…

Canzonissima 1974 fu l’ultimo programma cui la coppia partecipò ufficialmente, dopodiché le loro strade si divisero: Renato Pozzetto cercò il successo in campo cinematografico e Cochi Ponzoni si dedicò soprattutto al teatro.

  • Alexa: apri Musica 70 80!
    Pubblicità

…e la reunion

I due si ritroveranno tra la fine degli anni 90 e i primi anni 2000 per la serie di telefilm Nebbia in Valpadana, nonché per la riproposta delle loro canzoni nell’album Le canzoni intelligenti e svariate partecipazioni in programmi televisivi e teatrali. (A.F. per 70-80.it)

  • 70 80 action Google Home
    Pubblicità