1969. L’uomo sbarca sulla luna; sull’isola di Wight si fa la storia della musica. E Olivetti lancia una futura icona della Pop Art: la Valentine

Valentine

È la fine dei meravigliosi anni ‘60. L’uomo posa il primo piede sulla luna e il Festival dell’isola di Wight raduna 600.000 persone nel primo evento della generazione “contro”.

Olivetti e Valentine

In quel momento, in Italia, Roberto Olivetti (1928-1985) lancia la Valentine. Sorellina pop della Olivetti Lettera 22.

 

olivetti valentine

Sottsass & King

Progettata dall’architetto Ettore Sottsass (1971-2007), designer anche del dimenticato mainframe italiano Elea 9003 e da Perry King (1938 – 2013), Valentine ha avuto negli anni innumerevoli riconoscimenti.

  • 70-80.it app

Compasso d’oro 

Oltre al conclamato premio al Compasso d’Oro è presente alla Triennale di Milano e al Moma di New York

pop valentine

Valentine, non Valentina 

Pur essendo un prodotto italiano, la macchina vede il suo nome declinato all’inglese.
Si tratta di una scelta dello stesso
Sottass, ispiratosi all’opera musicale My Funny Valentine. Dove il famoso brano recita al minuto 0:35: “Yet you’re my favorite work of art”.

. 

valentine on the beach

Portabilità 

A livello funzionale la macchina da scrivere si differenzia dalle prestigiose sorelle per la portabilità. Non una custodia in similpelle, ma una maniglia integrata nel design.

  • Alexa: apri Musica 70 80!
    Pubblicità

Anche Jobs e Ive vi si ispirano

Una scelta ripresa nel 1999 da Steve Jobs (1955 – 2011) e Jonathan Ive (1967) per l’altrettanto colorato iBook G3 Clamshell 

apple ibook clamshell

Nelle redazioni dei quotidiani

Col tempo la macchina – pur nata per un utilizzo spensierato e domestico – conquistò anche le redazioni dei quotidiani, affiancandosi alle iconiche sorelle maggiori.
In un’intervista a
RivistaStudio, Ferruccio De Bortoli (1953) racconta come la Valentine sia stata emblema del  “design assoluto”.

  • 70 80 action Google Home
    Pubblicità

Giornalismo romantico

“Per i giornali rappresentava una certa leggerezza in anni in cui le redazioni erano romanticamente disordinate e inaccettabilmente attraenti. E in cui le vite stesse dei giornalisti erano inchiostrate: si fumava di continuo e lo stile di un articolo era direttamente correlato ai decibel prodotti dal battere a macchina. Valentine era l’equivalente di Brionvega per le radio e le tv. 

valentine verde

Red Green Blue

Valentine è associata in Italia al colore rosso, quello per cui gli inglesi la definirono “a girl with too much makeup”. Ma ne esistevano anche versioni in verde (per la Germania) e blu (Francia).  

Kera Rathbone
Keria Rathbone e la sua Valentine

Non solo parole 

Valentine è in grado di produrre grandi testi, certo.
Ma l’artista inglese 
Keira Rathbone (1983) ci ha mostrato come con essa sia altrettanto possibile produrre incredibili opere d’arte.
Adobe Illustrator, fatti da parte. (M.H.B. per 70-80.it)
 

Kera Rathbone opera

  • MCL Avvocati Associati
    Pubblicità