1967. I 3 fantastici Supermen spopolano in Italia. Poco super e molto umani ispirano la saga lunga dieci film

Supermen

Negli anni ’60 nelle sale cinematografiche italiane andavano di moda film con eroi d’ogni tipo, degna rappresentazione della vittoria del bene sul male. Niente di strano, quindi, che facessero capolino anche 3 Supermen.

Pellicole d’ogni genere

I cinema pullulavano di ogni genere di pellicola: dai peplum, sorta di film storici ambientati nelle epoche più disparate, ai classici western e cappa e spada. Passando per quelli di spionaggio per arrivare alla fantascienza. E proprio in quest’alveo, all’epoca, furono collocati i 3 Supermen.

  • 70-80.it app

Miscuglio d’idee

In realtà la pellicola ricordava più le avventure di James Bond, con qualche elemento fantascientifico e comico. Mentre del supereroe allergico alla kryptonite c’era ben poco. Per non dire nulla.

Frank Kramer

I fantastici 3 Supermen, vennero ideati dal regista Frank Kramer, pseudonimo di Gianfranco Parolini (1925-2018), molto attivo con pellicole a basso costo, fra gli anni ’50 e ’70.

Supermen 1

Italo Martinenghi

Al suo fianco c’era il produttore Italo Martinenghi (1930-2008), cui si devono anche le successive 7 pellicole dei 3 Supermen, interpretati e diretti da nomi diversi rispetto alla pellicola originaria.

  • Alexa: apri Musica 70 80!
    Pubblicità

Tre acrobati

I 3 Supermen erano in realtà due ladri acrobati Tony, l’attore Tony Kendall (Luciano Stella, 1936-2009), Nick detto saltapicchio (Nick Jordan, nome d’arte di Aldo Canti, 1941-1990), assoldati dal forzuto Brad (Brad Harris, 1933-2017), agente del FBI.

Gloria Paul

Nella pellicola compare anche l’attrice Gloria Paul (1940), nel ruolo di Havana Scott. Protagonista anche nel successivo 3 Supermen a Tokio (1968).

Supermen 2

Gli uomini mascherati

I 3 Supermen sono dotati di tute antiproiettili in stile Uomo Mascherato, scarpe a ventosa per camminare sui muri e micidiali bolas d’acciaio come arma di difesa. Nick è inoltre in grado di compiere salti prodigiosi.

La missione

Compito dei 3 Supermen è distuggere la macchina inventata dal professor Schwartz (Charles Tamblyn pseudonimo di Carlo Tamberlani, 1899-1980), in grado di duplicare qualsiasi cosa, dalle banconote alle persone.

  • Ascolta 70 80 Hits HQ!

L’organizzazione Golem

Lo scienziato è stato rapito assieme alla figlia, dall’organizzazione criminale Golem, decisa a mettere le mani sul terribile macchinario.

Lieto fine

Dopo acrobazie, inseguimenti e flirt degni del miglior agente 007, i 3 Supermen portano a compimento la loro missione.

Supermen 3

I sequel

La pellicola ebbe un buon successo, al punto da indurre la produzione italiana a realizzare 7 sequel. Dove i nostri vengono spediti in giro per il mondo; tornano indietro nel tempo fino all’epoca del Far West e in un film hanno a che fare addirittura con il Padrino.

  • 70 80 action Google Home
    Pubblicità

Altri due film

Tra il 1973 e il 1975, uscirono altre due pellicole della serie 3 Supermen: una di produzione turca, l’altra hongkonghese. Dove i supereroi affrontano nientemeno che Bruce Lee (1940-1973). (E.M. per 70-80.it)

  • MCL Avvocati Associati
    Pubblicità