1962. La Lancia Aurelia B24S Spider, entra nell’immaginario collettivo degli italiani grazie al film di Dino Risi e all’interpretazione di Vittorio Gassman

lancia aurelia

Per la pellicola Il Sorpasso del 1962,  il regista Dino Risi (1917-2008) scelse la Lancia Aurelia B24S Spider. Un’auto fuori dal comune, destinata a diventare l’irraggiungibile oggetto del desiderio per molti italiani a causa del prezzo elevato.

Auto d’élite

La Lancia Aurelia B24S Spider di Bruno Cortona (Vittorio Gassman, 1922-2000) fu realizzata tra il 1955 e il 1958 in appena 761 esemplari. Fu concepita come auto d’élite, soprattutto per il mercato d’oltreoceano.

  • MCL Avvocati Associati
    Pubblicità

Costo proibitivo

Il costo, proibitivo per il periodo, era di 2 milioni e 822 mila lire. Si racconta che alcuni modelli andarono perduti nella tragedia del transatlantico Andrea Doria del 1956.

  • 70-80.it app

Disegnata da Pininfarina

La Lancia Aurelia B24S Spider usata nel film, è una seconda serie del 1956, stupendamente disegnata da Pininfarina, di colore celeste (e non bianca come pensano in molti, dato il film in bianco e nero) e con un motore V6 Lancia da 2.5 litri (110 CV).

  • Alexa: apri Musica 70 80!

Due modelli

Due i modelli utilizzati per le riprese, uno per le sequenze su strada, l’altro per i primi piani, mentre per la scena dell’incidente si decise di sacrificare una Fiat 1100 Tv convertibile debitamente camuffata.

Lancia Aurelia1

Il film

Definito dalla critica un capolavoro, ma solo diversi anni dopo l’uscita, Il Sorpasso racconta lo spericolato viaggio di Bruno Cortona (Vittorio Gassman) e dello studente Roberto Mariani (Jean-Louis Trintignant, 1930), dal Lazio alla Toscana lungo la via Aurelia durante il Ferragosto 1962.

  • 70 80 action Google Home
    Pubblicità

Catherine Spaak

Fra le numerose persone incontrate anche la figlia di Cortona, Lilly, interpretata da una giovanissima Catherine Spaak (1945).

Battuta all’asta

Singolare il destino della Lancia Aurelia B24S Spider del film. Tenuta in un garage per più di dieci anni da un imprenditore marchigiano, nel 2018 è stata venduta con una base d’asta di 900 mila euro. (E.M. per 70-80.it)

  • Quei favolosi anni 70 di Enzo Mauri
    Pubblicità

 


Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_allowed_services
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_cookies_declined

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi

ascolta il tuo brano preferito!

Chiedi che il tuo brano preferito degli anni ’70 e ’80 sia inserito nella nostra programmazione inviando una email a info@planetmedia.it.