1957. A 30 milioni di km dalla Terra. Il mostro Ymir terrorizza Roma e fa il verso a King Kong in cima al Colosseo

30 milioni

Che cosa fa un importante effettista americano un po’ in bolletta per potersi permettere un viaggio in Europa? Semplice! Inventa un fanta-horror ambientato addirittura a Roma! Lo racconta Ray Harryhausen (1920-2013) nella sua biografia, a proposito del film A 30 milioni di km dalla Terra (20 Million Miles to Earth).

  • 70 80 action Google Home
    Pubblicità

Raro film girato in Italia

A 30 milioni di km dalla Terra, uscito nel 1957 e diretto da Nathan Juran (1907-2002) con William Hopper (1915-1970) il colonnello Robert Calder, Joan Taylor (1929-2012) nel ruolo di Marisa Leonardo e Frank Puglia (1892-1975) in quello del dottor Leonardo, rappresentò uno dei rari casi di film di fantascienza ambientato in Italia.

30 milioni 1

Come King Kong

A 30 milioni di km dalla Terra, fu realizzato come King Kong con la tecnica d’animazione stop-motion o a passo uno, i mostri non erano altro che dei pupazzi snodati mossi manualmente un fotogramma dopo l’altro. Mentre lo scimmione viene scoperto su un’isola, la creatura protagonista della pellicola di cui parliamo arriva dallo spazio.

  • MCL Avvocati Associati
    Pubblicità

La trama

A 30 milioni di km dalla Terra, racconta di una nave terrestre rientrata da una missione su Venere costretta ad ammarare in Sicilia. Dall’astronave fuoriesce un cilindro di vetro con dentro un oggetto gelatinoso che si rivelerà essere un embrione, rinvenuto sulla spiaggia da un ragazzino di nome Mimmo.

  • la restaura persiane
    Pubblicità

Il dottor Leonardo

Mimmo vende per sole cento lire l’oggetto al dottor Leonardo, giunto sul posto per soccorrere gli occupanti dell’astronave e incuriosito da quella strana cosa. Una volta portato a Roma l’embrione, il dottore si accorge che grazie all’ossigeno terrestre la creatura venusiana dalle sembianze di un lucertolone bipede, è in grado di crescere molto velocemente. Il mostro Ymir riesce a fuggire ma viene catturato dentro una rete elettrificata contenente zolfo, il suo cibo preferito.

30 milioni 2

Il giardino zoologico

In A 30 milioni di km dalla Terra, la creatura Ymir divenuta nel frattempo gigantesca, viene tenuta sedata con la corrente elettrica nel giardino zoologico di Roma. A causa di un corto circuito, riesce a liberarsi e a questo punto succede di tutto.

30 milioni 3

Il Colosseo

La creatura combatte contro un elefante dello zoo, portando il combattimento per le strade di Roma le due bestie distruggono auto e danneggiano edifici. Ymir ha la meglio e alla fine come King King con l’Empire State Building si rifugia sopra il Colosseo.

30 milioni 4

Sequenza folle

Nel finale di A 30 milioni di km dalla Terra, si assiste a una scena che nessun essere umano vorrebbe mai vedere, l’esercito intervenuto per fermare la creatura prende a cannonate il monumento millenario, danneggiandolo in modo irreparabile. La creatura colpita, cade a terra fra le rovine.

  • Alexa: apri Musica 70 80!
    Pubblicità

Strana geografia del posto

Per una questione di costi, molte scene di A 30 milioni di km dalla Terra furono girate in Messico e nei teatri di Hollywood. Inoltre la geografia venne ridisegnata, con la cittadina laziale di Sperlonga spacciata per un paese siciliano. Le cascate protagoniste di una sequenza ambientata in Sicilia, in realtà nell’isola non esistono.

  • 70-80.it app

Un film divertente

Definito divertente dalla critica italiana, A 30 milioni di km dalla Terra è tuttora disponibile in dvd nel nostro paese, anche nella versione a colori. Sul web si trova quella originale americana che vi proponiamo qui sotto. (E.M per 70-80.it)

  • Duilio Parietti
    Pubblicità

  • Ascolta 70 80 Hits HQ!