1950. Domenica d’agosto racconta le vacanze degli italiani negli anni ’50. Lo sconosciuto Marcello Mastroianni, ha la voce di Alberto Sordi

Domenica d'agosto

A rivederlo oggi Domenica d’Agosto, film del 1950 diretto da Luciano Emmer (1918-2009), sorprende ancora per la naturalezza con cui descrive la realtà del nostro paese all’inizio degli anni ’50. Quando l’Italia a fatica tentava di guarire dalle ferite lasciate dalla recente guerra.

Sergio Amidei

Si racconta che lo sceneggiatore Sergio Amidei (1904-1981), nelle insolite vesti di produttore appassionato dal soggetto, s’impegnò a fondo, in un periodo non facile, per ottenere i finanziamenti necessari a realizzare Domenica d’Agosto.

  • 70-80.it app

Due settimane

Eppure per quanto possa apparire essenziale, alla sceneggiatura di Domenica d’Agosto, completata in sole due settimane, lavorarono in quattro: lo stesso Luciano Emmer, Franco Brusati (1922-1993), Giulio Macchi (1918-2009) e Cesare Zavattini (1902-1989).

Regista esordiente

Dopo una serie di cortometraggi e documentari, Luciano Emmer era alla sua prima prova da regista cinematografico. Accusato d’inesperienza dall’aiuto regista Franco Brusati, quest’ultimo abbandonò il set dopo una sola settimana, sostituito da Francesco Rosi (1922-2015).

  • Alexa: apri Musica 70 80!
    Pubblicità

Film episodico

Una domenica d’agosto, com’è riportato il titolo in alcuni testi, descrive una serie di storie alcune drammatiche, altre divertenti, che si intrecciano sullo sfondo della città di Roma svuotata dal caldo agostano. In cerca di refrigerio, i romani si recano in massa sulle affollate spiagge del litorale, di Ostia in particolare.

Domenica d'agosto 1

Marcello Mastroianni e Alberto Sordi

Fra i protagonisti del film alcuni esordienti, altri divenuti famosi solo in seguito, compare Marcello Mastroianni (1924-1996) nel ruolo del vigile urbano Ercole Nardi. Tuttavia la sua voce non piacque e fu pertanto doppiato da Alberto Sordi (1920-2003).

Domenica d'agosto 4

Emilio Cigoli

A proposito di voci famose, il film vede la partecipazione di uno dei padri del doppiaggio italiano: Emilio Cigoli (1909-1980), che interpreta Alberto Mantovani. L’uomo vedovo da poco, accompagna la figlia Cristina a una colonia marina. Con lui c’è Ines (Pina Malgarini), donna separata che non gradisce la presenza della piccola.

Domenica d'agosto 2

Ave Ninchi

Non ancora al culmine della popolarità, nel film troviamo Ave Ninchi (1915-1997), nel ruolo di Fernanda Meloni. Sulla spiaggia di Ostia, la donna si rende protagonista di deliziosi siparietti, assieme alla numerosa famiglia.

Domenica d'agosto 3

Franco Interlenghi

Franco Interlenghi (1931-2015), il protagonista di Sciuscià, capolavoro diretto da Vittorio De Sica (1901-1974) nel 1946, in Domenica d’agosto è Enrico. Egli, conosciuta Marcella Meloni (l’attrice Anna Baldini) figlia di Fernanda, la corteggia spacciandosi per figlio di papà.

  • MCL Avvocati Associati
    Pubblicità

Un film da salvare

Stroncato in quegli anni dalla critica, Domenica d’agosto è ora considerato uno dei manifesti del neorealismo italiano e fra i cento film nostrani da salvare. Lo potete vedere gratuitamente su You Tube (E.M per 70-80.it)

  • Ascolta 70 80 Hits HQ!