Perché Pluto è rimasto un cane mentre Pippo è antropomorfo? Quei dubbi che segnano un’infanzia….

Pippo

Ci sono perplessità che rimangono latenti per tutta la vita, per poi deflagrare all’improvviso rimettendo in discussione solidi postulati.
E’ il caso di Pluto, il cane di Topolino e Pippo, il migliore amico del principale personaggio Disney.

  • La restaura persiane
    Pubblicità

Evoluzione canina

Entrambi sono cani, ma il primo (di razza bracco o bloodhound, di colore giallo ocra, con una coda fine e nera) è uno dei pochi personaggi dell’universo Disney a non parlare e a non presentare caratteristiche antropomorfe.
Pluto nasce come cane e tale rimane, mentre Pippo ha assunto dall’origine forme umane.

  • 70-80.it app

La vita di Pluto

Anche Pluto pensa, esprime sentimenti, vive avventure complesse e piene d’azione. Intrattiene pure relazioni sentimentali con Fifi e Dinah e amicizie inconsuete col gattino Figaro (del film Pinocchio). Addirittura, in due cartoni, diventa papà (rispettivamente di una cucciolata e di un solo cucciolo). Nondimeno, di norma, non si discosta dalla forma, dal comportamento e dal ruolo di cane.

  • 70-80.it podcast
    Pubblicità

Yaaaah-Hoo-Hoo-Hoo-Hooey!

Diverso invece il caso di Pippo, cane antropomorfo, alto, dinoccolato, vestito da contadino, goffo, sbadato, smemorato, disordinato e dotato di una (a volte anche irritante) irrazionalità, che emerge anche da un caratteristico urlo: Yaaaah-Hoo-Hoo-Hoo-Hooey!

  • Quei favolosi anni 70 di Enzo Mauri
    Pubblicità

Non si dica che è un cane

L’origine canina di Pippo è sottaciuta: mentre rivolgendosi a Topolino e Paperino i rispettivi nemici utilizzato epiteti che rimandano alla condizione animale (topastro o paperastro), i dispregiativi verso il primo si limitano alla sua altezza (lungo o spilungone).

  • Ascolta 70 80 Hits HQ!

La regola non scritta

Insomma, c’è una misteriosa regola non scritta nel codice Disney che impedisce di ricondurre Pippo alla condizione animale.

 

Pippo, Pluto

Il riscatto di Super Pippo

Lo sciocco Pippo ha un riscatto nel suo alter ego munito di super poteri: Super Pippo.
Creato nel 1965, il personaggio, mangiando dal giardino di casa (perché nascono solo lì) speciali noccioline americane (chiamate spagnolette nella versione italiana), si tramuta in un supereroe con calzamaglia di flanella rossa e mantello blu annodato intorno al collo.

  • MCL Avvocati Associati
    Pubblicità

A differenza di Pippo non crea problemi, ma li risolve

Super Pippo, vola, è dotato di forza eccezionale e di fine intelligenza e, a differenza del personaggio d’origine, non crea problemi, ma li risolve.

  • 70 80 action Google Home
    Pubblicità


ascolta il tuo brano preferito!

Chiedi che il tuo brano preferito degli anni ’70 e ’80 sia inserito nella nostra programmazione inviando una email a info@planetmedia.it.