Anni 70. Negli anni d’oro di Jackie Stewart e delle Ferrari di Lauda e Regazzoni, la regia televisiva del Gran Premio di Monaco era affidata a Jocelyn

grand prix

Ricordiamo tutti, nei caldi mesi di maggio degli anni ‘70, l’emozione alla comparsa del cartello dell’Eurovisione “Radio Tele Monte-Carlo”. Segno che, di lì a poco, saremmo stati trasportati nel Principato di Monaco per assistere al Grand Prix di Formula 1 più famoso del mondo. 

grand prix

Una produzione 100% monegasca

Le immagini erano prodotte direttamente dall’Automobile Club di Monaco, utilizzando telecamere e infrastrutture della tv monegasca.

 

grand prix

Un regista deejay

E la regia televisiva del Grand Prix? Affidata al nostro Jocelyn. 

grand prix
Jocelyn al mixer video

Non solo amour

Si, il conduttore-deejay che conoscevamo per Un peu d’amour… d”amitié… et beaucoup de musique  era al banco del mixer anche durante il gran premio: forse proprio lo stesso mixer da cui faceva partire il Magnétoscope per suonare E Tu di Baglioni o di Tu di Umberto Tozzi. 

  • 70-80.it app

Una scoperta recente

Abbiamo appreso la cosa durante una pausa dell’intervista per Newslinet. Jocelyn ci ha accennato ad alcuni affascinanti episodi dell’epoca e allo stress di un ruolo tanto importante. 

grand prix

Podcast

Abbiamo pertanto deciso di farci raccontare tutti i dettagli di questa nostra scoperta dal diretto interessato, proprio in questi giorni alla presa con alcuni servizi televisivi per il primo Gran Premio del dopo Covid. (M.H.B. per Newslinet/70-80.it)

 

  • Alexa: apri Musica 70 80!
    Pubblicità

 


ascolta il tuo brano preferito!

Chiedi che il tuo brano preferito degli anni ’70 e ’80 sia inserito nella nostra programmazione inviando una email a info@planetmedia.it.