1980. Ma quale idea di Pino D’Angiò. Vincente campionare sulla linea di basso di Ain’t No Stoppin Us Now

pino d'angiò

Impossibile non aver sorriso ascoltando il famoso intro del pezzo di D’Angiò, Ma quale idea: “L’ho beccata in discoteca con lo sguardo da serpente. Io mi sono avvicinato lei già non capiva niente
L’ho guardata, m’ha guardato e mi sono scatenato. Fred Astaire, al mio confronto, era statico e imbranato…“.

  • La restaura persiane
    Pubblicità

L’idea

L’idea di Pino D’Angiò (vero nome Giuseppe Chierchia, 1952) era tanto semplice quanto efficace: campionare il successo mondiale funky Ain’t No Stoppin Us Now del duo McFadden & Whitehead con un testo ironico in italiano, a metà tra il falsetto lanciato da Bee Gees e l’emergente rap.

  • 70-80.it app

Rappresentativo dell’edonismo e del funky italiano

Ma quale idea di Pino D’Angiò, pezzo rappresentativo degli anni ’80 (è stato pubblicato proprio nel 1980), uno dei primi esempi in Italia di fusione tra rap e funk, vendette 2 milioni e mezzo di copie in Italia e 12 milioni di copie nel mondo.

World Tribute to the Funk

È l’unico artista italiano presente nel DVD World Tribute to the Funk, edito dalla Sony Music nel 2003 quale enciclopedia universale della funky music mondiale.

Pino d'angiò

Sigaretta galeotta

Spesso sul palco con la sigaretta acceso, a Pino D’Angiò nel 2005 fu stato diagnosticato un sarcoma al quale sopravvisse. Nel 2009, l’artista napoletano (è nato a Pompei) fu tuttavia colpito da un cancro alla gola per cui fu operato quattro volte con successo.

  • Alexa: apri Musica 70 80!
    Pubblicità

Carriera interrotta. Ma solo come cantante

Anche se ciò arrestò di fatto la sua carriera musicale come cantante. Pino D’Angiò, infatti, è stato produttore (sua la hit The Age of Love dell’omonimo artista del 1990, considerata la prima espressione di musica trance a livello globale) e compositore per artisti di pregio come Mina (1940) – col brano Ma chi è quello lì (1987) – ed autore per la RAI.

  • MCL Avvocati Associati
    Pubblicità

Al cinema

L’artista ha anche rivestito ruoli in alcuni film, come Il camorrista (1986) di Giuseppe Tornatore (1956) e doppiato varie pellicole di Woody Allen (1935). Tra cui: La rosa purpurea del Cairo, Broadway Danny Rose e Tutti dicono I Love You.

 

  • 70 80 action Google Home
    Pubblicità


ascolta il tuo brano preferito!

Chiedi che il tuo brano preferito degli anni ’70 e ’80 sia inserito nella nostra programmazione inviando una email a info@planetmedia.it.