1979. Antonello Venditti canta Robin e fa la summa di Bomba o non bomba e Sotto il segno dei pesci. Ma chi si nasconde dietro ai personaggi citati?

Robin

Chi è Robin, quello che suo padre “voleva avvocato”, sua madre “per lo meno professore” e  che sua nonna “sperava un altissimo prelato per un fatto strettamente personale”?

Autobiografico

Ovviamente Robin è lo stesso Antonello Venditti (1949), laureatosi nel 1973 in giurisprudenza (di cui uno sbocco tipico è la professione forense), con madre professoressa di latino e greco (elementi che giustificano l’incipit del brano), che “a dieci anni aveva già la sua banda, un violino due chitarre e batteria” e che  “a Natale finalmente trovò un pianoforte spolverato dai ricordi di una zia”.

Tra Bomba e non bomba e Sotto il segno dei pesci

Il brano Robin, contenuto nel favoloso (anche se liquidato da molti fans come eccessivamente commerciale) LP Buona Domenica (1979), condensa concetti espressi in pezzi precedenti di forte impatto. Parliamo soprattutto di “Sotto il segno dei pesci” (“Robin ti toglie dai guai se vuoi”) e soprattutto di un’altra canzone on the road di Venditti: “Bomba o non bomba” (“Sulla strada che porta a Piumazzo incontrarono un bandito” (…) “La tournée cominciò da Torino, davanti alle carceri nuove” (…) E verso sera si misero a suonare”), sempre contenuta nel 33 giri Sotto il segno dei pesci.

  • Commercio del futuro

Come Alberto Fortis

Robin, dicevamo è Venditti, che, un po’ come l’anno prima (1978) Alberto Fortis in Milano e Vincenzo (con cui condivide anche la firma – nel 1969 – del suo primo contratto discografico con la It di Vincenzo Micocci, il Vincenzo della citata canzone di Fortis), racconta il suo controverso rapporto con il management musicale.

Bandito gentiluomo

Il bandito gentiluomo di nome Libero (“come il sole, il cielo“) che viene da Cesena è infatti il suo impresario, Libero Venturi, mentre “all’incrocio della via Tiburtina”, il luogo dove Robin/Venditti,  “investito da una strana nostalgia”, decide di abbandonare tutti e scomparire era quello dove sorgeva la RCA, la prima casa discografica del cantautore, con la quale i rapporti del tempo erano piuttosto tesi.

Condividi: