1978. Con Liù gli Alunni del sole cantano dell’amore libero con dieci anni di ritardo. Ma il brano piace e vola in classifica

Liù, Alunni del sole

Il testo di Liù degli Alunni del sole, hippy e malinconico, è tecnicamente fuori tempo massimo. Siamo infatti nel 1978, ben dieci anni dopo il climax dei Figli dei fiori e degli inni all’amore libero.

Gli Alunni del sole di Marotta

Però il brano di Paolo Morelli (1947-2013) piace e il gruppo napoletano da lui fondato insieme al fratello Bruno e titolato all’omonimo romanzo dello scrittore, sceneggiatore e paroliere Giuseppe Marotta (1902-1963), vola in classifica.

  • 70-80.it app

Atmosfera hippy

Dato che gli Alunni del sole nascevano proprio nel ’68 come gruppo beat, quindi ben collocato nell’epoca hippy, è possibile che il pezzo risentisse di tali atmosfere, anche se sul punto Paolo Morelli non si è mai sbilanciato. Lasciando il brano sospeso tra il ricordo di esperienze degli anni ’60 ed una collocazione contemporanea.

Il testo

Fatto sta che il testo non lascia spazio ad intepretazioni, con contenuti che forse oggi porterebbero Morelli sul rogo.
La Liù che “si stendeva su di noi e ci dava un po’ di sé, senza chiederci perché” era una (molto) giovane ragazza (a giudicare soprattutto dalla copertina del 45 giri, che peraltro sembra racchiudere la donna in un’aura), che però “già sapeva tutto di sé”.

  • Alexa: apri Musica 70 80!

L’amore libero

Espressione dell’amore libero, Liù “con gli occhi guardava te e con la mano cercava me”, stava “sul letto caldo o su un divano, ingigantita sul falso piano”.

Il tempo

Nel crescendo il pezzo degli Alunni del sole si spostava nel tempo (“Io mi ricorderò di te”, “credendo che il tempo ci dia ragione”) e nella fantasia (“dipingimi tutto con il carbone e poi non dirmi che è un’illusione”).

  • MCL Avvocati Associati
    Pubblicità

Commerciale. Ma non troppo

Tacciata inizialmente come un’iniziativa commerciale senza particolare spessore, in realtà Liù fu poi ampiamente rivalutata anche dai nemici della canzone da juke box.
Anche se rimase sempre fuori dal tempo.

  • 70 80 action Google Home
    Pubblicità

 


Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_allowed_services
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_cookies_declined

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi

ascolta il tuo brano preferito!

Chiedi che il tuo brano preferito degli anni ’70 e ’80 sia inserito nella nostra programmazione inviando una email a info@planetmedia.it.