1969. Arriva il cartone Dastardly e Muttley e le macchine volanti. Col tormentone del cane pilota: «Dammi la Medaglia, medaglia, medaglia»

Dastardly

Indimenticabile il cast del cartoon Dastardly e Muttley e le macchine volanti.
Dal comandante Dick Dastardly, che prende ordini telefonici da un arrabbiatissimo e sconosciuto Generale, al suo aiutante Muttley, cane pilota alla continua ricerca di medaglie che si esprime solo con mugugni. Passando da Zilly, timidissimo e pavido pilota ossessionato dal piccione viaggiatore Yankee Doodle, oggetto di costanti inseguimenti. Per arrivare al geniale quanto incomprensibile, Klunk, ideatore delle più assurde e incredibili macchine volanti che contraddistinguono ognuno degli episodi.

  • La restaura persiane
    Pubblicità

Hanna & Barbera

Dastardly e Muttley e le macchine volanti (Dastardly and Muttley in Their Flying Machines), nota anche come Lo squadrone avvoltoi, è stata, ancora una volta una fortunata produzione del duo Hanna & Barbera (William Hanna, 1910-2001 e Joseph Barbera, 1911-2006).

dastardly

 

In principio erano Dick Dastardly e Magnificient Muttley

Costituita da 34 episodi da dieci minuti l’uno, Dastardly e Muttley e le macchine volanti era uno spin-off di Wacky Races del 1968, di cui vennero riutilizzati due personaggi principali: Dick Dastardly e Muttley. Cioè il cattivo della serie e la sua spalla.

  • Quei favolosi anni 70 di Enzo Mauri
    Pubblicità

Coppia di episodi e le wing dings

La novità rispetto a produzioni precedenti di Hanna & Barbera era la composizione degli episodi in coppie inframezzati da brevi gag con Magnificent Muttley (Muttley che sogna ad occhi aperti…) e da due o tre brevi gag intitolate Wing Dings.

Those magnificent men in their flying machines

Dastardly e Muttley e le macchine volanti era di fatto un tributo al film del 1964 Those magnificent men in their flying machines (Quei temerari sulle macchine volanti), così come lo era il titolo del siparietto di Magnificent Muttley.

  • MCL Avvocati Associati
    Pubblicità

Trama

Le vicende del cartone animato ruotano intorno a Dick Dastardly, comandante di una squadra di improbabili piloti che durante la prima guerra mondiale devono cercare di bloccare Yankee-doodle, un piccione viaggiatore che deve consegnare la posta al nemico. Da qui discende il titolo della sigla di apertura Stop the pigeon (Ferma il piccione) intonata dallo stesso Dick Dastardly.

Personaggi

Come detto, Dick Dastardly è il capo dello Squadrone Avvoltoi. Egli prende gli ordini (e gli insulti) solo da uno sconosciuto Generale di cui gli spettatori sentono esclusivamente la voce arrabbiatissima al telefono dopo ogni fallimento. Che, peraltro, è una costante di ogni episodio.

Dammi la Medaglia, medaglia, medaglia

L’aiutante di Dastardly è Muttley, un cane pilota alla continua ricerca di medaglie e che si esprime solo con mugugni, lamentele o frasi a denti stretti, perlopiù incomprensibili. Il suo tormentone è: «Dammi la Medaglia, medaglia, medaglia». Curiosità: grazie alla sua coda rotante – a differenza del suo comandante – riesce sempre ad atterrare incolume quando le cose si mettono male.

  • 70-80.it app

Zilly

Altri protagonisti della serie sono Zilly, un timidissimo e pauroso pilota ossessionato dal piccione. La sua caratteristica è quella di nascondersi nel suo impermeabile d’aviatore, addirittura arrivando a scavare sotto terra.

  • 70-80.it podcast
    Pubblicità

Klunk

Il geniale Klunk è invece l’ideatore delle più assurde e incredibili macchine volanti, delle fantascientifiche armi e delle complesse trappole per la cattura del piccione. La sua pecualirità è esprimersi in un farfugliare assurdo, con smorfie e movimenti spasmodici, che solo Zilly riesce a interpretare e tradurre.

Yankee Doodle e il Generale

Il piccione viaggiatore Yankee Doodle (dal nome di una celebre marcia militare) e il misterioso Generale completano il team.

 

  • Ascolta 70 80 Hits HQ!


ascolta il tuo brano preferito!

Chiedi che il tuo brano preferito degli anni ’70 e ’80 sia inserito nella nostra programmazione inviando una email a info@planetmedia.it.