1946. La vita è meravigliosa. Come andrebbero le cose se non fossimo mai nati? Lo spiega George Bailey con l’aiuto di un angelo custode

La vita è meravigliosa

La vita è meravigliosa del regista Frank Capra (1897-1991), rappresenta il classico film di Natale a lieto fine. Peccato che abbia avuto una sorte avversa ancor prima di uscire nei cinema americani, dove fu accolto tiepidamente.

Gestazione tormentata

La pellicola, tratta dal racconto Il dono più grande, dello scrittore Philip Van Doren Stern (1900-1984) fu oggetto di diverse sceneggiature. Frank Capra, che all’epoca aveva fondato la Liberty Film, sua casa di produzione, dopo averne acquistato i diritti, rimaneggiò ulteriormente lo script con l’aiuto di altri sceneggiatori.

  • 70-80.it

Chi l’ha scritto?

Al termine nacque una disputa su chi dovesse attribuirsi la sceneggiatura finale de La vita è meravigliosa. D’altra parte, la pellicola non portò fortuna alla Liberty Film, che chiuse i battenti nel 1951.

La vita è meravigliosa2

George Bailey

La vita è meravigliosa racconta la storia di George Bailey (James Stewart, 1908-1997), bravo padre di famiglia e benvoluto da tutte le genti di Bedford Falls, paese dove è nato. Bailey è sposato con Mary Hatch (Donna Reed, 1921-1986), da sempre innamorata di lui e madre dei suoi 4 figli.

La vita è meravigliosa1

 

La sfortuna

Alla vigilia di Natale, George depresso per la sua società sull’orlo del fallimento, tenta il suicidio gettandosi da un ponte ma viene dissuaso da Clarence Oddbody (Henry Travers, 1874-1965) che gli rivela essere un angelo custode.

Chi trova un amico…

Su richiesta di George, l’angelo Clarence gli fa vedere come sarebbe stata la vita a Bedford Falls se lui non fosse mai nato. Viste le tragedie che nel mondo in sua assenza avrebbero afflitto i suoi cari, il protagonista si ravvede. E desidera tornare alla normalità, scoprendo che la vita non è poi cosi male. Anzi, tutta la popolazione di Bedford Falls gli da’ una mano a saldare i debiti, manifestandogli la sua importanza nel mondo.

La vita è meravigliosa3

Il cattivo Potter

Per la parte del cattivo Henry F. Potter, ricco e privo di sentimenti, fu scelto Lionel Barrymore (1878-1954). D’altra parte, all’attore che aveva recitato nel ruolo dell’avaro Ebenezer Scrooge nella versione radiofonica di A Christmas Carol, risultò naturale interpretare un ruolo simile.

Illustri esclusi

Per la Vita è meravigliosa, Capra selezionò 170 attori famosi, fra cui Gary Cooper (1901-1961) e Henry Fonda (1905-1982).

  • Qui Radio Libera

Effetti speciali

Il capo degli effetti speciali Russel Shearman, scomparso nel 1956, per simulare la neve sviluppò un composto di acqua, zucchero, scaglie di sapone e schiuma. Prima di allora la neve nei film era formata da cornflakes non tostati dipinti di bianco, talmente rumorosi quando venivano calpestati da dover fare doppiare le scene finite .

Film sovversivo

Difficile a credersi, nel 1947 l’FBI accusò La vita è meravigliosa d’essere un film sovversivo, perché attraverso la figura di Potter screditava la categoria dei banchieri.

La vita è meravigliosa4

Lieto fine

Definito dalla critica il miglior film di Frank Capra, il film ottenne poco successo al botteghino, ma ricevette comunque 5 candidature agli Oscar 1947. Nel 1990 è entrato a far parte del National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti. (E.M. per 70-80.it)

  • MCL Avvocati Associati