Every little step brano del 1989 di Bobby Brown, controverso artista dalla vita molto complicata. Un grande potenziale distrutto dagli abusi

bobby brown

Dopo aver fatto parte della boy band New Edition, Bobby Brown (1969) comincia la propria carriera da solista nel 1986. E l’esordio è di quelli con botto. Il ragazzo ha stoffa: ha una bella voce, balla e si muove bene. Ha appeal e presenza fisica. Insomma, tutti gli ingredienti per avviarsi ad una carriera di successo.

Whitney Houston

Oltretutto, nel 1992 l’artista, che con la title track di questo articolo sul finire degli anni ’80 ha ampiamente confermato le sue potenzialità musicali, sposa Whitney Houston (1963-2012), dalla quale, l’anno successivo, ha una figlia: Bobbi Kristina Brown (1993-2015). Una condizione ideale per rafforzare il suo successo, insomma.

  • 70-80.it app

La strada per la consacrazione del successo sembra spianata….

A dispetto del successo artistico, della fortuna economica, del rapporto con una grandissima cantante, Brown non riesce ad indirizzare correttamente la propria vita. Problemi legati alla giustizia e all’abuso di sostanze stupefacenti finiscono infatti per compromettere la sua carriera musicale.

  • Alexa: apri Musica 70 80!

L’arresto per maltrattamenti a Whitney

Nel 2003, Bobby è arrestato con diverse accuse, fra le quali anche i maltrattamenti della moglie Whitney.

La discesa negli inferi

E’ solo l’inizio della catastrofe: prima – nel 2003 – il divorzio con la Houston, con prevedibili strascichi legali. Poi la morte di Whitney, avvenuta nel 2012, per la quale diversi giornali sosterranno la responsabilità di Brown nell’entrata della cantante nel tunnel della droga.

  • 70 80 action Google Home
    Pubblicità

La morte della figlia

Infine, come se non bastasse, nel 2015, dopo 8 mesi di coma farmacologico, muore a 22 anni anche la figlia, Bobbi Kristina, irrimediabilmente provata da eccessi di alcol e droga.

Fine della carriera

Il tragico evento, mette fine alla carriera artistica di Brown, di fatto già interrotta dall’anno della morte dalla moglie.

Masterpiece. Per modo di dire

Risale infatti a quell’anno l’ultimo album, Masterpiece, mentre l’attività televisiva si era stoppata già nel 2008.

  • MCL Avvocati Associati
    Pubblicità


Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_allowed_services
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_cookies_declined

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi

ascolta il tuo brano preferito!

Chiedi che il tuo brano preferito degli anni ’70 e ’80 sia inserito nella nostra programmazione inviando una email a info@planetmedia.it.