Anni 70. Noi che quando non avevamo voglia di studiare chiedevamo aiuto al Bignami. L’amico che non tradiva mai

Bignami

Alzi la mano chi almeno una volta durante la propria carriera scolastica non si è affidato in limine a un testo del Bignami, per superare un’interrogazione o un esame difficile! Il prezioso libretto rappresentava – e lo rappresenta ancora, anche se fortemente limitato da piattaforme online concorrenti – un autentico salvacondotto verso l’auspicato superamento dell’ostacolo.

  • La restaura persiane
    Pubblicità

Il bigino

Nel corso degli anni i Bignami sono stati ribattezzati “bigini”, termine derivante dal verbo bigiare, in milanese sinonimo di marinare la scuola. E non, come si credeva, da “bigio”, cioè grigio, riferito al colore della copertina (che in realtà tendeva più al marroncino). O, ancora, dalla contrazione di big(nam)ino.

Bignami 1

All’insegna della qualità

Sebbene i Bignami siano sempre stati considerati una sorta di scorciatoia, da tenere alla larga dai professori, il motivo che li vide nascere era mosso dai più nobili propositi. S’intendeva infatti aiutare gli studenti, facilitandone il compito.

  • 70-80.it app

Ernesto Adamo Bignami

L’omonima casa editrice, fu fondata dal professor Ernesto Adamo Bignami (1903-1958). Il docente, negli anni, conseguì ben due lauree: una alla Statale l’altra alla Cattolica di Milano. La prima in Lettere nel 1925; la seconda, nel 1927, in Filosofia.

  • La restaura persiane
    Pubblicità

Le dispense per gli studenti

Si racconta che quando insegnava al Liceo, Ernesto Bignami avesse l’abitudine di preparare delle dispense riassuntive sulle materie umanistiche trattate durante l’anno. Furono propio i suoi studenti a suggerirgli di pubblicarle.

  • 70 80 action Google Home
    Pubblicità

La casa editrice

E così Bignami fondò nel 1931 l’omonima casa editrice con sede a Lambrate (MI), in seguito spostata nell’attuale di Sesto San Giovanni. La sua prima pubblicazione fu L’esame d’italiano. Le materie umanistiche avevano, infatti, fin dall’inizio rappresentato il fiore all’occhiello fra i più di 200 titoli che a oggi arricchiscono il catalogo.

Bignami 2

Sempre attuali

E’ indubbio che nonostante l’età, le pubblicazioni della Bignami siano sempre affidabili e aggiornate. Dagli anni ’60, gli argomenti sono stati ampliati alle materie scientifiche; tuttavia, il classico per antonomasia resta il riassunto de I Promessi Sposi.

  • MCL Avvocati Associati
    Pubblicità

Davvero convenienti

Oltre al formato 10×15 – che permette di portare ogni libro (nascosto) comodamente nelle tasche – i Bignami sono abbordabili anche per i costi contenuti: la media si aggira intorno agli 8 euro. Ancora oggi è florido il mercato dei testi usati, ricoperti da appunti a matita.

  • Ascolta 70 80 Hits HQ!

Meglio di Google

E proprio il caso di dire, che i bigini hanno saputo reggere il confronto con le moderne tecnologie come Google e gli smartphone. Nessun ritrovato della tecnologia può (ancora) competere con un foglio strappato dal libretto e nascosto praticamente ovunque.
Anche se le recenti evoluzioni (o involuzioni) della didattica a distanza si stanno tentando. (E.M. per 70-80.it)

Bignami 3

  • Voci alla radio
    Pubblicità

 

 


ascolta il tuo brano preferito!

Chiedi che il tuo brano preferito degli anni ’70 e ’80 sia inserito nella nostra programmazione inviando una email a info@planetmedia.it.