1965. Inizia era più felice dei fumetti e degli album da colorare. Arriva in edicola Miao l’uovo di Colombo: il fumetto da colorare

miao

Siamo nel 1965 e l’era dei fumetti in edicola sta per iniziare la sua fase più intensa. Analogamente, spinti da innovative tecniche pedagogiche, si diffondono gli album da colorare per bambini.

Miao: l’idea geniale

Le Iniziative Editoriali hanno quindi un’idea geniale: unire le due fattispecie, creando un fumetto da colorare.

414 numeri

Nasce così Miao, una serie di album da disegnare e colorare che accompagnerà generazioni di bambini dal 1965 al 1976 lungo più di 400 numeri (414, per la precisione).

  • 70-80.it app

Michelino

Insieme alla testata Michelino, Miao è stata una delle poche pubblicazioni indirizzate a bambino in età prescolare stampate in Italia.

miao, michelino

Piccolo Silvestro

Le storie del personaggio protagonista – un gattino vagamente somigliante al più famoso Gatto Silvestro dei Looney Tunees – e di altri soggetti erano curate da Massimo Fecchi (1946) con illustrazioni di Massimo Iacoponi, Gianni Isidori (1931-2019), Giorgio Michelini e Elena Poirier (1921-1998).

miao

L’inserto educativo

All’album era allegato (anzi, ne era parte essendo rilegato) un inserto per i genitori e gli educatori curato dall’istituto di pedagogia dell’Università di Roma.

  • Alexa: apri Musica 70 80!
    Pubblicità

La ripresa delle pubblicazioni

Nel 1981 la serie venne ripresa dalle Edizioni Zanetti che la pubblicò fino al 1988.

  • 70 80 action Google Home
    Pubblicità