Il surrogato del motorino per sentirsi (e farsi sentire) grandi: la carta nei raggi della bici

cartolina

Alzi la mano chi non l’ha fatto o quantomeno non l’ha visto fare!  I bambini di oggi, a raccontarlo, ci guarderebbero perplessi, considerandoci con qualche rotella fuori posto.

  • La restaura persiane
    Pubblicità

E in effetti, sul finire degli anni ’60, le nostre rotelle erano al centro dell’attenzione.

La cartolina (ma senza i saluti)

Diversamente non si spiegherebbe la deviazione che ci portava a mettere una molletta con una carta o una cartolina tra la forcella della bici ed i raggi della ruota allo scopo di creare l’effetto di un motorino.

  • 70-80.it app

Bici, amore e fantasia

Vabbé, è ancora da accertare se ci voleva più fantasia nel partorire un’idea siffatta o se pensare che il rumore generato fosse assimilabile a quello del più scoppiettante dei motorini in circolazione.

  • 70 80 action Google Home
    Pubblicità

Ma a noi bastava

Ma a noi bastava per sentirci grandi o quantomeno per far sentire il nostro arrivo lungo le strade polverose delle vie fuori casa.

  • Voci alla radio
    Pubblicità


ascolta il tuo brano preferito!

Chiedi che il tuo brano preferito degli anni ’70 e ’80 sia inserito nella nostra programmazione inviando una email a info@planetmedia.it.