Anni 60 e 70. Il culto del lavaggio dell’auto al sabato pomeriggio con la cera e la pelle di daino

lavaggio

Gli autolavaggi al tempo si vedevano nei film americani o (raramente) nella grandi città. Anche perché non ve ne era una grande richiesta.
E ciò considerato che il lavaggio dell’auto era per la provincia italiana un rito da celebrare in maniera assolutamente personale (al più coinvolgendo manovalanza familiare, sottoposta però a gerarchia militare) .

Procedimento scientifico

Si trattava di un’operazione condotta con crismi di estrema professionalità: canna dell’acqua, secchio, spugnone cubico, pelle di daino, cera e soprattutto detergente apposito.

  • 70-80.it app

Inamovibilità maschile

Sul punto, l’uomo – diversamente dal resto delle circostanze quotidiane –  era inamovibile verso le pretese della moglie di utilizzo di prodotti già disponibili in casa: più sacrificabile la pelle (umana) che la carrozzeria.

  • MCL Avvocati Associati
    Pubblicità

Competenze specifiche

Il rituale esigeva competenze altamente specifiche, che Madre Natura aveva indiscutibilmente attribuito – evidentemente con ragione – al sesso maschile (secondo l’angolo di osservazione specifico, naturalmente).

lavaggio

Sequenziale

E la sequenza di lavaggio, insaponamento, risciacquo, asciugatura, ecc. era altrettanto scolpita su sacre tavole. Guai ad alterarla.

Il tutto rigorosamente di sabato pomeriggio

Il religioso lavamento del mezzo aveva luogo il sabato pomeriggio, con deroga consentita solo in occasione di eventi straordinari o di condizioni meteo avverse.

  • 70 80 action Google Home
    Pubblicità

Il canale

E per chi non disponeva di cortile di casa adattabile ad autolavaggio, c’erano sempre i corsi d’acqua, canali di irrigazione in primis.
Ovviamente alla faccia della sostenibilità ambientale.

lavaggio

  • Alexa: apri Musica 70 80!
    Pubblicità


ascolta il tuo brano preferito!

Chiedi che il tuo brano preferito degli anni ’70 e ’80 sia inserito nella nostra programmazione inviando una email a info@planetmedia.it.