1980. Is it it della Peter Jaques Band di Jacques Fred Petrus, artista dalla vita avventurosa con tragico finale

Peter Jacques Band, Petrus

Nato a Guadalupa nelle Indie occidentali francesi, Jacques Fred Petrus (1948-1987) lavorò come meccanico su una nave mercantile all’età di 15 anni. Sul finire degli anni ’60 si trasferì a Parigi inseguendo il suo interesse per il R&B e la musica soul, lavorando come DJ in diversi club, tra cui il Saint-Hilaire.

  • la restaura persiane
    Pubblicità

La fortuna in Italia

Nei primi anni ’70 Petrus si spostò in Italia, continuando la carriera di dj presso il Good Mood. La svolta artistica avvenne a Bologna, dove Petrus incontrò  Mauro Malavasi (1957), al tempo studente, col quale avrebbe poi cementato un sodalizio personale e professionale.

  • 70-80.it app

La Goody Music

Con Malavasi Petrus fondò una società di produzione discografica, la Goody Music Productions (GMP), uno studio di registrazione (a Bologna) e l’etichetta Goody Music Records.

La scuderia

Nel 1978 Petrus e Malavasi lanciarono il loro primo progetto insieme, Macho, cui seguirono Elvin Shaad (1978), la Peter Jacques Band (1979), Revanche (1979), Rudy, Midnight Gang (1979), A.N.T.I. Rock (1980, una versione italiana della hit degli Ottawan D.I.S.C.O.), The Jumpers (1980), il d.j. radiofonico Gianni Riso (1980) e Caprice (1980).

  • Alexa: apri Musica 70 80!
    Pubblicità

L’ispirazione dei successi di Change e B.B.& Q. dagli Chic

Nel 1979 Petrus raccolse le sue attività musicali internazionali sotto il brand Little Macho Music, mentre nei primi anni ’80 insieme a Malavasi raffinò lo stile attraverso i brand Change e B. B. & Q. Cioè una miscela di eurodisco e discomusic americana ispirata agli Chic.

  • Duilio Parietti
    Pubblicità

… e gli insuccessi

Meno fortunate furono invece le esperienze di Petrus con Silence 2 feat. Gordon Grody (1984), Macho III (1984), Kevin Johnson (1984), Zinc feat. Sherwin (1984), M Like Moon (1984), Midnight Gang (1984), Tato (1985), Nobel (1985) e Persuader (1985).

peter jacques band

I problemi col fisco americano e la fuga a Guadalupa

A causa di problemi fiscali negli Stati Uniti, intorno alla fine della prima metà degli anni ’80, Petrus fu costretto a chiudere la Little Macho Music.

Renaissance, ma per poco

Nel tentativo di recuperare, Petrus fondò nel 1985 una nuova società di produzione e un’etichetta discografica chiamata Renaissance International. Tuttavia l’anno successivo l’Internal Revenue Service (IRS) degli Stati Uniti accusò Petrus di evasione fiscale. Per evitare la carcerazione, l’artista abbandonò l’attività dell’industria musicale e fuggì a Guadalupa dove però andò incontro ad un finale inaspettato.

  • MCL Avvocati Associati
    Pubblicità

La tragica fine di Petrus

Nella primavera del 1987, all’età di soli 39 anni, Petrus  fu assassinato sulle alture di Saint-Félix da un sicario svizzero, col quale aveva avuto un diverbio quella stessa notte all’Elysée Club Matignon a Le Gosier, un locale di proprietà dell’artista.

  • Ascolta 70 80 Hits HQ!

La Peter Jacques Band

Le principali espressioni musicale della Peter Jacques Band furono furono: Walking On Music, la citata Is It It (1980) e la meno nota ma altrettanto pregevole All Right Let’s Go.

  • Qui Radio Libere
    pubblicità